Migliori monitor pc • Consigli e prezzi • Guida Agosto 2017

Migliori Monitor PcSe il tuo monitor per pc inizia a dare problemi o, più semplicemente, vuoi godere dei nuovi schermi capaci di assicurare risoluzioni altissime, dimensioni dei pannelli importanti, design accattivanti, immagini nitide e pulite, non puoi che leggere i nostri consigli.

Abbiamo deciso, infatti, di proporre un contenuto completo ed attento sia alle esigenze degli utenti esperti che di quelli meno preparati in materia. Invero la scelta del monitor per il pc è molto delicata perché vi sono tante variabili da tenere in considerazione e soluzioni d’acquisto presenti sul mercato.

Prima di arrivare alla scelta del miglior monitor per pc, bisogna però, come spesso detto nelle nostre guide, valutare budget ed esigenze per scegliere il prodotto ideale. Partiamo, quindi, da consigli di natura generale prima di addentrarci nel merito della scelta vera e propria. Intanto ti ricordo che la scelta della miglior scheda video è fondamentale per la resa video, soprattutto nei giochi.

 

Migliori monitor pc: consigli e guida all’acquisto aggiornata ad Agosto 2017

 

Prima di parlare dei monitor, può essere utile comprendere cosa sia e come funzioni la GPU – scheda video nonché, soprattutto, come incida sul funzionamento generale del pc, anche per chi crede di non aver bisogno di una scheda video dedicata.

Infatti, l’elaborazione di processi grafici (anche minimi) riverbera i suoi effetti su processore e memoria RAM: il pc non funziona, come si potrebbe credere, a comparti stagni.

Voglio introdurti poi nella nostra guida per spiegarti di cosa parleremo nello specifico.

Infatti, solo dopo una valutazione generale circa tutti i parametri tecnici (dimensioni del display, risoluzione, tempo di risposta, refresh rate ecc…) si passerà all’elenco dei migliori monitor per pc divisi per fascia di prezzo con opinioni, caratteristiche tecniche e link all’acquisto consigliato.

Ma vediamo insieme l’indice dei contenuti:

 

Risoluzione monitor pc

La risoluzione del monitor indica il numero di pixel presenti in orizzontale e verticale all’interno di un pannello.

Un monitor, infatti, è composto da tanti pixel che possono essere immaginati come punti luminosi che vanno a formare l’immagine intera.

Un display da 27″ full HD avrà le stesse dimensioni di un display da 27″ con risoluzione 2k, ma molti meno pixel / punti che definiscono le immagini mostrate.

Da questa semplice spiegazione potrai desumere che maggiore sarà dunque il numero dei pixel e maggiori saranno i dettagli.

Ti riporto in breve le risoluzioni standard di monitor, tv, videoproiettori, smartphone e tablet così come tratte da Wikipedia.

Standard Video Descrizione risoluzione dello schermo (pixel) rapporto d’aspetto Profondità di colore (bpp) frame per secondo
480i Video a risoluzione standard NTSC a 60 Hz interlacciato 720×480 (345 600) 3:2 (1,5:1) 24 bpp 30
480p Video a risoluzione standard NTSC a 30 Hz progressivo. 720×480 (345 600) 3:2 (1,5:1) 24 bpp 30
576i Video a risoluzione standard PAL a 50 Hz interlacciato 720×576 (414 720) 4:3 (1,33:1) 24 bpp 25
576p Video a risoluzione standard PAL a 25 Hz progressivo. 720×576 (414 720) 4:3 (1,33:1) 24 bpp 25
720p Formato video HDTV 1280×720 a 60 Hz progressivo. Esistono anche le varianti a 24, 25, 30 e 50 Hz. Chiamato HD Ready 1280×720 (921 600)
1360×768 (1 044 480)
1366×768 (1 049 088)
16:9 (1,78:1) 24 bpp 50-60
1080i Formato video HDTV 1920×1080 a 60 Hz interlacciato. Esiste anche la variante a 50 Hz. 1920×1080 (2 073 600) 16:9 (1,78:1) 24 bpp 25-30
1080p Formato video HDTV 1920×1080 a 60 Hz progressivo. Esistono anche le varianti a 24, 25, 30 e 50 Hz. Chiamato Full HD. 1920×1080 (2 073 600) 16:9 (1,78:1) 24 bpp 50-60
2K Proiezione di film digitali in sale cinematografiche DLP. 2048×1080 (2 211 840) 1,8962:1 48 bpp 24
WQXGA Widescreen Quad eXtended Graphics Array 2560×1600 (4 096 000) 16:10 24 bpp 50-60
Super HD (2160p) Televisioni 4K 3840×2160 (8 294 400) 16:9 (1,78:1) 24 bpp 50-60
4K Proiezione di film digitali in sale cinematografiche DLP. 4096×2160 (8 847 360) 18,962:1 48 bpp 24
Ultra HD 8K 8K Ultra Alta Definizione 7680×4320 (33 177 600) 16:9 (1,78:1) 30 bpp – 36 bpp 50-60

Ebbene, si è arrivati ad una risoluzione Ultra HD 8K che è fantascientifica. Ma sarà veramente utile una risoluzione del monitor così alta?

Per rispondere a queste domande, bisogna un attimo soffermarsi su alcuni aspetti che meritano un focus particolare:

  1. ad un numero maggiore di pixel corrisponderà un consumo di energie più importante. In altri termini, banalmente, illuminare diecimila pixel non è come illuminarne dieci milioni.
  2. un’immagine occupa sempre lo stesso numero di pixel indipendentemente dalla risoluzione e dalle dimensioni del display su cui essa viene mostrata.
    Quali sono, quindi, le implicazioni pratiche di questo assunto? Se prendi un monitor ad altissima risoluzione, ma con delle dimensioni ridotte, ti ritroverai a guardare delle immagini piccolissime in quanto queste occupano sempre lo stesso numero di punti, ma solo una porzione minuscola del display.

Quanto descritto al punto due mi accade, per esempio, con il mio MacBook Pro da 13″: detto maccheronicamente, in un pannello così piccolo mi ritrovo tantissimi pixel, ma le immagini scaricate dalla rete occuperanno sempre lo stesso numero di punti indipendentemente dallo schermo sul quale esse vengono mostrate.

Pertanto, a seconda delle dimensioni del display, le immagini occuperanno sempre gli stessi pixel, ma una percentuale più o meno grande del display.

Quindi, se decidi di prendere un monitor ad alta risoluzione, scegli un display grande.

Ti ricordo, a proposito della risoluzione dei display della Apple, che ho già espresso la mia opinione circa la classica scelta tra Mac o PC. Potrai leggerla quando vorrai.

Un’altra considerazione importante è da farsi relativamente alla cosiddetta fonte video: la risoluzione delle immagini, in relazione a quella del monitor, dona un’impressione più o meno positiva all’utilizzatore.

Un esempio: tante volte, di fronte ad un video riprodotto su display 2k, l’utente potrà avere l’impressione che l’immagine sia meno nitida che su monitor più economici. Ma l’effetto ottico è dato dalla fonte, non dal monitor.

Immagina di prendere una foto piccola, a bassa risoluzione, e di volerla mostrare su un display 2k: siccome i monitor riproducono di default il video a schermo intero, avrai un effetto stretching con una conseguente perdita di nitidezza.

Così, allo stesso modo, se hai una tv di altissima risoluzione con una fonte video in standard definition (SD), il risultato sarà un’immagine sfocata, poco nitida e pulita. Molto comune è il caso di Sky: compri una tv di ultimissima generazione, con risoluzione 4k, ma la fonte magari è ancora nella definizione standard di Sky senza HD. Lo stesso Sky, su una tv a bassa risoluzione, potrà “vedersi meglio”.

 

Dimensioni del monitor

La dimensione si calcola misurando la diagonale dello schermo e si esprime in pollici.

Le dimensioni ideali del monitor dipendono essenzialmente dalle proprie esigenze. Tuttavia, mi pare normale che, per un pc da gaming o studiato per lavori grafici, sarà preferibile un monitor di grandi dimensioni.

Molto dipende anche dagli spazi, dal tipo di scrivania e dagli accessori a propria disposizione.

Le dimensioni sono poi da mettersi in relazione anche con gli altri fattori: proprio per quanto detto circa la risoluzione, ricorda che non ha senso prendere un monitor enorme se poi la risoluzione e la nitidezza delle immagini non sono soddisfacenti.

 

PPI (pixel per pollice)

I PPI sono quasi la sintesi dei due punti trattati in precedenza: risoluzione del monitor e dimensioni del display. I PPI non sono altro, infatti, che il numero di pixel per pollice quadrato di schermo.

Più alto sarà questo valore e migliore sarà l’esperienza d’iso del monitor.

Com’è evidente, infatti, un monitor full HD da 32″ avrà un valore di PPI inferiore ad un full HD da 21″.

Volendo essere precisi e tecnici, in passato si usava il termine definizione per quella che sopra ho chiamato risoluzione.

 

Aspect Ratio (o rapporto d’aspetto)

L’aspect ratio è il rapporto tra la risoluzione orizzontale e quella verticale dei monitor.

Le cosiddette “fasce nere”, termine orribile per un esperto, non sono altro che uno strumento per adattare automaticamente la risoluzione del monitor a quella del video affinché questo non perda le sue proporzioni originali.

In altri termini, un video concepito per un aspect ratio 4:3, con un’altezza quasi pari alla sua larghezza, sarà adattato allo standard 16:10 con l’ausilio di bande nere poste ai lati (per fortuna sempre più rare).

 

Luminosità

La luminosità è, con l’evoluzione dei monitor, uno dei parametri meno importanti a mio avviso. Se in passato era più facile trovare monitor scadenti sotto questo profilo, oggi la media è decisamente buona.

Ma la luminosità può avere comunque un suo valore e bisogna conoscerne l’importanza: in sintesi, la luminosità non è altro che la capacità del monitor di adattarsi alla luce ambientale senza perdere in termini di visibilità.

Se un monitor per PC viene raggiunto dalla luce diretta del sole avrà bisogno di più luminosità per risultare ugualmente gradevole agli occhi: quanto più è alta la luminosità del pannello, tanto più saremo sicuri di poter usare il monitor in qualsiasi condizione di luce.

Al contrario, in condizioni di luce scarsa, un monitor non avrà bisogno di grande luminosità per non danneggiare gli occhi.

L’unità di misura della luminosità è il NIT che indica il numero di candele per metro quadrato (CD/mq). Questo valore si attesta, mediamente, intorno ai 200 e 350 cd/mq è costituisce un valore abbastanza standardizzato nei monitor per pc di recente fabbricazione e buono per tutti gli scopi.

 

Contrasto (o rapporto di contrasto)

Il rapporto di contrasto è, invece, un valore molto importante da tenere in considerazione nella scelta del miglior monitor per pc.

La qualità e visibilità dell’immagine sono legate al contrasto che misura il rapporto tra le luminosità del bianco più brillante rispetto al nero più scuro. In pratica, quanto più alto è questo valore tanto più il monitor avrà bianchi luminosi e neri scuri.

Ma non bisogna lasciarsi confondere dai valori dichiarati dai produttori: esiste infatti, oltre ad un contrasto statico, uno di tipo dinamico, frutto di ottimizzazioni elettroniche che consentono al rapporto di contrasto di alzarsi notevolmente traendo in inganno i consumatori.

Il contrasto dinamico, senza entrare in discussioni troppo tecniche, mostrerà un valore molto più alto di quello statico.

 

Angolo di visualizzazione

L’angolo di visualizzazione è l’angolo massimo nel quale abbiamo una visione ottimale del monitor nella sua totalità.

Si tratta, in altre parole, dell’area all’interno della quale hai una visione chiara e nitida delle immagini.

Superato l’angolo di visualizzazione, avrai una visione distorta delle immagini con una diminuzione della luminosità e del contrasto. Molto semplice da verificare nella pratica: immagina che spostandoti, sia in verticale che in orizzontale, rispetto a quella che è la prospettiva ottimale di visione, possa notare una graduale perdita di definizione dell’immagine.

Ebbene, significa che hai superato l’angolo di visione ottimale.

 

Tempo di risposta

Il tempo di risposta in un monitor indica il ritardo con il quale un segnale in ingresso viene elaborato e riprodotto sul monitor.

Un esempio può essere il movimento del mouse: il tempo di risposta misura i millisecondi nei quali tale movimento viene mostrato sullo schermo.

In generale l’occhio umano non riesce a percepire differenze tra un monitor che risponde in 8ms ed uno che lo fa in 5ms se questi valori, attenzione, sono reali.

Così, soprattutto per chi vuole vedere film di azione, partite o divertirsi con un pc da gaming, il tempo di risposta diventa importantissimo. Ma, ripeto, il tempo di risposta reale che si può ricavare solo dopo appositi test.

 

Refresh rate (o frequenza di aggiornamento)

Il refresh rate indica il numero di volte in cui viene aggiornata l’immagine sul monitor.

Nei monitor per pc recenti, anche questo non è un parametro importante come in passato sulle tv o i monitor CRT a tubo catodico.

Negli attuali monitor LCD/LED, infatti, la differenza tra una frequenza di aggiornamento pari a 120 Hz ed una a 60 Hz è impossibile da notare per l’occhio umano.

Si potrebbero avvertire differenze solo per i video con un frame rate (o frequenza dei fotogrammi) molto più basso degli attuali standard video che si attestano intorno ai 25fps (25 frame per secondo).

 

Diversi usi del monitor per pc

Solitamente i monitor per pc sono il completamento di computer pensati ed assemblati per il gaming, la grafica (video e foto editing) o l’uso in ufficio.

Dalla destinazione che si vuole dare al pc deriverà inevitabilmente anche la scelta del monitor migliore.

 

Interfaccia e porte in ingresso

Un monitor, a seconda delle esigenze, potrà essere collegato a vari dispositivi con uno o più cavi HDMI, DVI o VGA.

Ma ci sono monitor che potranno anche essere usati, grazie a delle porte USB, per la riproduzione di foto audio e video oppure sfruttare un entrata aux per la riproduzione di audio.

Molto dipende dalle fonti a tua disposizione.

 

Migliori monitor per pc divisi per fascia di prezzo

Dai miei consigli avrai capito che non esiste, pertanto, una classifica dei migliori monitor per pc: sarai tu, dopo aver letto questa guida, a scegliere ciò che risponde meglio alle tue esigenze.

Personalmente ho deciso, però, di selezionare dei monitor universali con un ottimo rapporto qualità – prezzo ed adatti a qualsiasi esigenza. Questa volta, diversamente da altre guide, ho optato per un ordine decrescente in base al prezzo.

 

Monitor per pc migliori tra 400 e 300 euro

La presente fascia del mercato offre monitor di grandi dimensioni con caratteristiche all’avanguardia: risoluzione alta, nitidezza dell’immagine riprodotta e buona resa generale.

I monitor elencati offrono veramente una bella esperienza d’uso ad un costo comunque accessibile.

 

Benq GW2765HT

Benq GW2765HTMarchio noto ed affermato per un prodotto di garanzia. BenQ è ormai sinonimo di qualità e professionalità  per la produzione dei monitor, considerati tra i migliori al mondo.

Benq GW2765HT è un ottimo monitor da 27 pollici con caratteristiche e funzionalità all’avanguardia che vi permetterà di spendere poco ed avere in casa o in ufficio un prodotto di qualità.

Alta risoluzione, nitidezza, colori caldi, luce naturale e varie nuove tecnologie come la Low Blue Light (ideata per moderare il blu principale causa di stanchezza), la Zero Flicker e la RevolutionEyes pensate appositamente per ridurre l’affaticamento visivo, le caratteristiche incisive di questo monitor.  Soluzione perfetta, dunque, per chi passa molte ore davanti al pc tanto per lavoro che per relax che, grazie a queste nuove funzionalità, non risentirà affatto della classica stanchezza agli occhi.

Parliamo infatti di uno schermo che propone un’ottima visione sia per l’home entertainment ma anche un grande rendimento in ambito professionale.

Un monitor dunque che può essere un vero e proprio investimento non solo per il piacere visivo, ma anche e soprattutto per la salute dei vostri occhi.

Una caratteristica certamente da non sottovalutare e che rappresenta una marcia in più rispetto ai competitor di questa fascia di prezzo.

Altra caratteristica d’eccellenza di Benq GW2765HT è l’ampio angolo di visualizzazione 178/178 caratteristico dei pannelli IPS. Un monitor veramente grande che nonostante ciò risulta essere stabile senza produrre oscillazioni.

Un piedistallo ben pensato, robusto e pesante fa egregiamente il suo dovere, rendendolo immune alle vibrazioni. Pensato e progettato per essere il più ergonomico possibile, con un’ampia regolazione dell’inclinazione e dell’altezza dello schermo per potersi adattare nel migliore dei modi alle esigenze più diverse.

Inoltre BenQ GW2765HT possiede una porta VGA e due porte HDMI che rendono il monitor adatto a qualsiasi tipo di video, sia quelli analogici che digitali. In dotazione, poi, un cavo DP (per vedere in 2k), un HDMI e un DVI-D.

Un monitor quello dello BenQ GW2765HT che supera eccellentemente i test degli utenti che lo reputano assolutamente un ottimo prodotto con un buon rapporto qualità prezzo. Esemplare sia come ergonomia che come tecnica. Promosso e consigliato.

 

DELL UltraSharp U2515H

DELL UltraSharp U2515HSe cercate un monitor per pc ma che possa essere usato anche per guardare la tv certamente questo che vi presentiamo ora è un vero top di gamma. Uno dei prodotti più acquistati per un ottimo rapporto qualità prezzo. Sicuramente si posiziona tra i migliori monitor da 25 pollici.

Dell Ultrasharp U2515H è un monitor LCD con retroilluminazione a LED: definizione eccezionale, risoluzione elevata (2k), colori vividi, intensi, uniformi e ben bilanciati. Precisione e nitidezza altissima fanno di questo monitor una vera bomba per i momenti di relax e di lavoro, anche in ambito professionale.

Un monitor compatto e leggero, con un design niente male: superficie opaca e senza riflessi, direzionabile: sopra, sotto e inclinabile anche verso l’alto o il basso; base girevole regolabile verso destra o sinistra.

Dell Ultrasharp U2515H  è uno schermo davvero molto luminoso: le impostazioni di fabbrica sono molto vivide (forse troppo eccessive quelle di default) ma può essere regolato facilmente secondo i propri standard altrimenti rischia di stancare molto gli occhi. È dotato anche della speciale modalità doppio schermo che consente di visualizzare contemporaneamente due contenuti diversi, ottimo per chi fa lavori di confronto e riscontri che richiedono proprio la possibilità di avere sotto gli occhi nello stesso tempo due documenti.

Grande attenzione anche ai materiali: affidabili ed eco-compatibili: non è presente, infatti, né arsenico nel vetro e né mercurio nello schermo a LED. Progettato anche con un occhio di riguardo nei confronti dell’ambiente, consente di gestire i consumi attraverso le funzioni di risparmio energetico.

In dotazione due cavi: USB 3.0 e DP mini, assente invece il cavo HDMI. Altra piccola nota, assenti anche le casse quindi se avete bisogno dell’audio dovrete ricorrere all’uso delle cuffie oppure pensare all’acquisto di casse compatibili. Altro puntino nero, segnalato dagli utenti la poca praticità Scomodo  dei tasti touch sulla scocca che risultano poco visibili.

In definitiva però possiamo certamente dire che il prezzo basso per le sue alte funzionalità, la fedeltà dei colori, la nitidezza e la brillantezza sono certamente i punti di forza del Dell Ultrasharp U2515H . Un prodotto con un ottimo rapporto qualità prezzo che è davvero sorprendente tanto che per le sue elevate prestazioni è paragonabile a monitor professionali che hanno costi molto più elevati. Dunque se cercate qualità tecniche senza spendere cifre da capogiro questa è la soluzione ottimale, uno tra i migliori monitor 25 pollici in circolazione. Consigliato è dire poco!

 

Monitor pc migliori tra 300 e 200 euro

 

In questa fascia di prezzo potrai trovare monitor per pc dal buon rapporto qualità – prezzo, ideali un po’ per tutti gli usi, con delle limitazioni inevitabili sotto alcuni profili.

Comunque, almeno in teoria, è questa la categoria dove puoi trovare dei veri e propri best buy, ovvero monitor eccezionali per rapporto qualità – prezzo oppure top di gamma il cui costo è calato col passare del tempo.

 

BenQ Zowie XL2411Z

BenQ ZOWIE-XL2411Ritorniamo a parlare di BenQ che propone buoni prodotti anche in una fascia media, più  bassa rispetto alla precedente. Il monitor che vi presentiamo ora è certamente uno dei migliori da pc per chi vuole utilizzare il suo computer soprattutto come dispositivo votato al gaming.

BenQ XL2411Z è un monitor di 24 pollici pensato ed ideato soprattutto per gli amanti dei contenuti multimediali che non vogliono spendere grandi cifre avendo comunque un’ottima resa che esalta al meglio la multimedialità. Un dispositivo che si piazza bene sul mercato soddisfacendo una larga fetta di utenti.

Caratteristiche top di questo dispositivo i colori nitidi e brillanti, una grafica al top con una resa davvero spettacolare, e speciali tecnologie che permettono una visione ottimale senza stancare l’occhio (Flicker-free) aumentando anche la visibilità delle scene scure (Black eQualizer) restituendo così una grande resa dei colori neri e della profondità dei colori.

Stare parecchie ore davanti questo tipo di schermo da pc non sarà di certo un problema. Oltre alle tecnologi già citate, grande confort è dato dalla possibilità di regolare a proprio piacere l’altezza del monitor tramite il supporto posteriore che si aziona in modo semplice ed intuitivo. In questo modo si può scegliere il proprio angolo di visuale preferito.

BenQ XL2411Z è certamente uno schermo che è scelto soprattutto dagli amanti del gaming di tutto il mondo perché offre davvero una grande ed interessante esperienza di gioco per varie tipologie e modalità. Garantita, inoltre, grande concentrazione, fattore chiave per gli e-Sport in quanto la cornice del monitor è stata proprio progettata per limitare la rifrazione della luce dallo schermo.

Oltre al gaming questo monitor della BenQ si presta bene anche alla visione di film e alla riproduzione di video e di foto, una multimedialità al top che non pecca in nessuna delle sue specialità.

In definitiva, se siete alla ricerca di uno schermo da pc per poter lavorare soprattutto sugli aspetti multimediali di certo questo è uno dei migliori in vendita. Potenza, efficienza ed alta definizione sono garantiti ad un prezzo di tutto rispetto. Consigliato.

 

Monitor pc migliori sotto i 200 euro

Monitor economici, ideali soprattutto per un uso da ufficio. Normale, invece, che un videogiocatore oppure colui che desidera utilizzare il pc per scopi multimediali dovrà propendere per soluzioni più costose.

Lo ripeterò fino allo sfinimento: sono le esigenze a spostare l’asticella del prezzo. Si può spendere poco se ci si accontenta, si deve farlo se non si hanno esigenze particolari; se si pretende, però, di giocare agli ultimi giochi con una scheda video scadente ed un monitor economico, allora si è fuori strada.

 

HP 27es IPS FULL HD

Monitor HP 27esQuesto monitor HP 27es di tipo IPS con retroilluminazione a led e risoluzione full HD (1920*1080) è veramente spettacolare per rapporto qualità – prezzo. Con una cifra inferiore ai 200 euro possiamo portare a casa un monitor per pc ideale per qualsiasi tipo di utilizzo.

Molto elegante e piacevole da vedersi: è sottile ed i bordi sono ridotti al minimo assicurando un’ottima configurazione anche a chi necessita di due monitor.

Veramente un’ottima scelta per chi cerca un monitor economico senza rinunciare a luminosità, risoluzione e dimensioni dello schermo. Meno valido, naturalmente, per chi cerca un monitor da gaming che lavori alla massima risoluzione e con tutti i filtri.

Manca di uscita audio attiva, è invece opaco ed antiriflesso.

 

Samsung C24F396

Samsung C24F396Scendiamo decisamente di prezzo, senza rinunciare però alla qualità. Ottimo monitor per pc ad un prezzo accessibile che bene si presta al lavoro come allo svago.

Considerato come uno tra i migliori monitor LED di 24 pollici che si trovano oggi sul mercato. Diversi i suoi punti di forza, prima tra tutti la velocità di riproduzione che fa del Samsung C24F396 un grande prodotto di fascia media. Notevoli anche le potenzialità multimediali, la qualità dell’immagine e la luminosità.

Altra grande prerogativa la sua struttura curva sulla quale Samsung, negli ultimi tempi, sta puntando molto. Perché? Regalano una visuale senza paragoni, senza dover chiedere troppo alla vista per percorrere continuamente da un angolo all’altro ma visualizzando in maniera uniforme lo schermo. Un’esperienza che lo stesso marchio definisce più coinvolgente e ricca rispetto alla classica. La curvatura, infatti, aumenta il campo visivo permettendogli di immergersi completamente nella visione, che sia quella di un film di un gioco o di un documento di lavoro.

Allo schermo curvo si affianca la modalità Eye Saver pensata per avere il massimo comfort visivo e ridurre al massimo l’affaticamento degli occhi. In che modo? Questa particolare tecnologia riduce le emissioni di colore blu che stimola maggiormente la retina promettendo così una visione più confortevole.

Ma le peculiarità non finiscono qui. Samsung C24F396 propone anche la tecnologia Flicker Free che restituisce grande confort sia per lavorare che per giocare grazie alla riduzione dello sfarfallio.

Dunque se cercate uno schermo che non vi faccia spendere molto e che abbia grandi qualità e potenzialità Samsung C24F396 è il monitor tagliato per voi. Davvero eccezionale, con un valore certamente maggiore rispetto al prezzo di vendita e che vi assicura il massimo confort sia durante le ore di lavoro che durante i momenti di relax. La vista non si affatica, la qualità dell’immagina è di alto livello e vi sembrerà di essere avvolti da questo scherzo che rappresenta decisamente un’ottima scelta per qualità e prestazioni.

 

Asus VX238H

Asus VX238H

Asus VX238H

Un signor monitor per una fascia di prezzo medio-bassa. Senza dubbio il migliore in campo, difficile trovarne di migliori per questo prezzo.

L’Asus VX238H è uno schermo dal design minimal ma molto fine ed elegante. Occupa poco spazio e allo stesso tempo è abbastanza compatto. Il piedistallo riesce a dare un buon sostegno e a tenere il pc ben saldo al piano. Il tutto realizzato con materiali ecocompatibili e resistenti.

Un monitor di 23 pollici con colori molto lucidi e ottima risolutine, buona luminosità e nitidezza, tante inoltre le possibilità di regolare le funzionalità.  Non manca una retroilluminazione a LED che permette di avere grande profondità delle immagini e colori molto nitidi.

Una capacità di risposta di 1 ms, Asus VX238H è buon monitor sia per giocare che per navigare o lavorare diverse ore al pc. Ottimo impatto visivo senza i fastidiosi effetti scia.

Un prezzo concorrenziale che di certo non discredita la grande qualità e professionalità di Asus da sempre leader nei prodotti tecnologici ed informatici. Asus VX238H è di certo uno dei migliori monitor 23 pollici in circolazione con caratteristiche e funzionalità di tutto rispetto. Dunque se cercate un dispositivo economico ma funzionale questo prodotto tra tutti è il top.

 

Quale monitor scegliere in concreto: conclusioni

Come più volte detto nel corso della presente guida, la scelta del monitor è da rapportarsi a budget ed esigenze.

Se hai deciso di assemblare un pc da ufficio, potrai optare per un monitor economico. Se vuoi un pc da gaming potente oppure vedere film in altissima qualità, il discorso cambia e non potrai scegliere uno schermo scadente.

Ti consiglio di tenere un certo equilibrio e decidere a monte quanto spendere per assemblare il pc, seguendo i nostri consigli:

Shares
Migliori monitor pc • Consigli e prezzi • Guida Agosto 2017 ultima modifica: 2017-08-23T14:36:39+00:00 da Giovan Giuseppe Ferrandino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares