Recensione Gamdias Hephaestus P1 – Cuffie da gaming RGB

recensione gamdias hephaestus p1Qualche tempo fa Gamdias ci ha consegnato delle periferiche da gaming nuove di zecca e delle quali non avevamo mai sentito parlare.

Ne siamo rimasti in parte stupiti e in minima parte delusi: vi starete chiedendo perché? Vediamolo insieme nella nostra recensione ufficiale delle Hephaestus P1!

Le abbiamo provate per voi: oggi daremo un nostro giudizio concreto e recensiremo a fondo queste cuffie da gaming.

 

Recensione Gamdias Hephaestus P1 – Cuffie da gaming RGB

Le Hephaestus P1 sono delle cuffie da gaming RGB prodotte dall’azienda Gamdias: una marca emergente che stenta a trovare il suo successo nei paesi occidentali e che sembra invece più conosciuta in quelli orientali.

Molti dei nostri lettori non ne avranno infatti quasi mai sentito parlare.

Tuttavia vi posso assicurare che c’è dell’ottimo nei loro prodotti, come vi è tuttavia anche del debole.

Scopriamo insieme i pro e i contro di questa periferica.

 

Aspetto, comfort e materiali

Il prodotto viene consegnato in una confezione curata ed esteticamente valida ma un poco scarna al suo interno.

Partiamo da quello che secondo me è il punto più basso della costruzione di queste cuffie: l’aspetto e il design.

Trattandosi di una considerazione prettamente personale potrebbe anche darsi che ad alcuni utenti possano piacere.

Tuttavia per quanto mi riguarda il design di queste cuffie non ha né testa né coda: i lobi per il “raffreddamento ad aria” collocati sulle cuffie da gaming RGB non aiutano certamente a conferire un aspetto dal mio punto di vista appetibile.

Per quanto riguarda il peso anch’esso non è da sottovalutare in quanto stiamo parlando di ben 500 grammi che dopo qualche ora di utilizzo potrebbero iniziare a farsi sentire.

gamdias hephaestus p1

materiali utilizzati per la costruzione delle cuffie non sono niente male, mi sarei tuttavia aspettato di più anche in questo caso trattandosi di cuffie dal prezzo non proprio contenutissimo.

L’arco che sorregge i padiglioni è in alluminio resistente e la superficie dove poggia il capo della testa è ben imbottita.

Ciò che mi fa storcere il naso è la plastica con cui sono fatti i padiglioni: il vero problema di queste cuffie.

Nonostante si tratti di una buona plastica (ne ho viste di peggiori persino su modelli che costano più del doppio) la sensazione che restituiscono al tatto non è quella di un paio di cuffie premium quality.

Nonostante si tratti di plastica i padiglioni risultano molto robusti quando si prova a metterli sotto sforzo.

Il microfono flessibile è ben rivestito ma non offre rigidità a sufficienza per essere piegato in qualunque posizione: ritorna sempre leggermente a quella naturale.

 

Per quanto concerne invece il tessuto e l’imbottitura stessa dei padiglioni posso definirmi soddisfatto in quanto nonostante le pecche sopra elencate le cuffie una volta indossate risultano comodissime e insonorizzano abbastanza.

Ultima nota negativa è il filo: personalmente lo reputo fin troppo grossolano.  A pochi centimetri dal lobo sinistro (da cui parte il filo) troviamo poi il controller delle cuffie: realizzato questa volta con della plastica scadente che lo rende pacchiano e quasi superfluo.

 

Qualità del suono e specifiche

gamdias hephaestus p1 recensioneLe Gamdias Hephaestus P1 sono dotate di drivers audio dalle dimensioni di 50mm che riescono ad assicurare una grande potenza sonora e una buona qualità audio.

Non è comune avere driver da 50mm proprio perché se da un lato le orecchie ne giovano dall’altro è il collo a fare i conti con il peso maggiore.

Le Hephaestus P1 sono delle cuffie da gaming RGB dotate di tecnologia audio Virtual Surround 7.1 che aiuta a coinvolgere il videogiocatore nelle sessioni di gaming.

Le cuffie offrono quindi con una sensibilità di 119 dB e un’impendenza di 32 Ohm una buona qualità del suono e tanta potenza, più di quanta ve ne possa servire.

La periferica potrà essere collegata al PC esclusivamente tramite cavo USB rivestito in oro.

Per una migliore esperienza di gioco e d’ascolto si consiglia di settare a priori le migliori impostazioni per il vostro orecchio tramite il software Gamdias HERA di cui a breve parleremo.

 

RGB e software HERA

La customizzazione RGB di queste cuffie da gaming non è per nulla la migliore in circolazione: purtroppo come ben visibile dai screen sottostanti il software HERA proprietario di Gamdias è un pugno in un occhio!

Sebbene 10 anni fa sarebbe stato un ottimo software dato che fa a pieno il suo dovere oggi, da grafico e web-writer, mi sento di dire che l’occhio fa la sua parte ed un software così rozzo non lo si vedeva ormai da anni.

Le modalità di illuminazione RGB sono molteplici e tutte funzionano a dovere, anche il mixer e il pannello con le impostazioni fa il suo dovere.

Quello che manca è la cura del software, l’organizzazione in modo pulito ed elegante.

In altre parole manca il salto di qualità.

 

Hepahestus P1 Conclusioni

Le Hephaestus P1 sono delle discrete cuffie da gaming della GAMDIAS, ma purtroppo per loro vengono offerte ad un prezzo che in italia non è dei più bilanciati.

Al momento in cui parlo questo headset da gaming sta sopra ai 70 euro: il rapporto qualità/prezzo non è assolutamente tra i più convenienti presenti sul mercato.

Ad un prezzo inferiore potrei considerare seriamente di acquistare un paio di cuffie simili, ma per il prezzo a cui vengono offerte sono dell’idea che si possa trovare molto di meglio.

Recensione Gamdias Hephaestus P1 – Cuffie da gaming RGB ultima modifica: 2018-08-21T10:54:19+00:00 da Luca Storia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *