Recensioni

Patriot Viper V570 Blackout RGB • La recensione completa

Patriot-Viper-V570-Blackout-RGB-La-recensione-completa

Come avrai notato da una delle ultime pubblicazioni abbiamo avuto il piacere di testare alcune periferiche prodotte da Patriot, sorpresi dal fatto che si fosse avvicinata anch’essa a questo mercato.

Se te la sei persa, ti invitiamo a dare un’occhiata alla recensione del nuovo headset da gaming di Patriot, le Viper Gaming V380!

Oggi, tuttavia, ti introduciamo il nuovo mouse top di gamma del brand, il Viper v570 Blackout RGB, un mouse pensato prettamente per videogiocatori MMO o FPS.

Patriot Viper V570 Blackout RGB • Un mouse per MMO+FPS

Patriot-Viper-V570-Blackout-RGB-Un-mouse-per-MMO+FPS

Oramai la moda sembra andare nella direzione dei mouse ultraleggeri, quasi a dimenticare quelli che sono i mouse bilanciati.

Patriot, invece, riprende la professionalità dei mouse bilanciati, dandoti la possibilità di decidere il peso e come distribuirlo grazie ad una serie di piccole zavorre allocabili.

Oltretutto, è dotato di un sensore laser che raggiunge i 12.000 DPI, che, assieme al design ricco di tasti, si addice molto ai giocatori di titoli MMO o FPS.

Ma non è tutto oro quello che luccica, infatti vedremo insieme, lungo la recensione, che anche questo V570 Blackout RGB ha dei difetti di non poco conto.

Passiamo intanto alle specifiche tecniche del Viper V570 Blackout RGB!

Patriot Viper V570 Blackout RGB • Specifiche tecniche

Per cominciare, devi sapere che monta un sensore laser Avago, sensore che si vanta di una estrema precisione nei movimenti a qualunque sensibilità.

La sensibilità che può raggiungere è per l’appunto di 12.000 DPI, regolabili attraverso i due tasti sottostanti alla rotella, con relativo indicatore luminoso che indica il grado di sensibilità impostato.

Patriot-Viper-V570-Blackout-RGB-Specifiche-tecniche

Altra feature di cui dispone è la regolazione del polling rate, ossia la frequenza di aggiornamento della posizione del puntatore, attraverso il software, fino ad un massimo di 1000MHz.

Caratteristica che ho molto apprezzato vedere in un mouse di questo tipo è la presenza di una serie di pesetti da poter inserire nella scocca del mouse per renderlo più pesante all’occorrenza, per rendere i movimenti più precisi.

Per la precisione viene fornita una scatoletta che racchiude al suo interno 7 piccole zavorre della massa di circa 5 grammi l’una, anche se nel mouse se ne possono piazzare un massimo di 6.

Oltre a ciò dispone di 13 tasti programmabili, tra cui 7 sulla fascia a sinistra e uno in concomitanza con il pollice, progettato per diminuire temporaneamente la sensibilità per offrire un’elevata precisione.

Per quanto riguarda la connettività, essendo un mouse cablato c’è poco da dire, presenta un cavo sleevato ed intrecciato sufficientemente lungo e resistente.

Parlando di prezzi, lo puoi trovare, nel momento in cui sto scrivendo questa recensione, alla bellezza di 70 euro su Amazon.

Patriot Viper V570 Blackout RGB • Qualità costruttiva, estetica e software

Patriot-Viper-V570-Blackout-RGB-Qualità-costruttiva,-estetica-e-software

Quanto concerne la qualità costruttiva devo ammettere che Patriot mi ha piuttosto sorpreso positivamente.

Ora, io non sono un industrial designer ma l’accostamento di materiali gommati e satinati mi è davvero piaciuta.

Certo siamo di fronte ad un mouse di plastica ma se non altro è ben realizzato, con una particolare cura ai dettagli: i tasti non scricchiolano i vari moduli sono ben posizionati.

Una cosa che personalmente non mi è piaciuta è la disposizione dei tasti programmabili che corrono lungo l’intera fascia laterale del mouse, posizionati, a mio parere, un po’ scomodi da raggiungere nell’immediato.

Tuttavia, questa critica può essere dettata anche dal fatto che seppur io sia amante di giochi quali sparatutto in prima persona, non amo mouse troppo acchittati, anche se per gli appassionati forse è un pregio.

Altro punto a favore è ovviamente l’illuminazione RGB, che è piuttosto caratterizzante di questo Viper V570, ovviamente programmabile attraverso il software anche se limitatamente ad un paio di effetti.

Patriot Viper V570 Blackout RGB software

Ora che ho citato il software vi spiego quello che è il più grande difetto di questo mouse.

Innanzitutto non è scaricabile attraverso Google Chrome, ci ho perso molto tempo a cercare un eseguibile online ma nulla da fare, ho dovuto tentare con motori di ricerca alternativi (Firefox funziona).

Dopodiché, come avevo già detto nella recensione delle cuffie Viper V380 RGB, si tratta di un software univoco, quindi se andassi ad acquistare un intero kit periferiche mi troverei a dover utilizzare almeno tre diversi programmi.

Fosse progettato correttamente forse potrei anche passarci sopra ma purtroppo non è così: ci sono moltissime funzioni da poter assegnare e diversi profili selezionabili ma risulta essere davvero molto confusionario.

Tuttavia è davvero molto customizzabile in base alle proprie specifiche esigenze, feature che non salva Patriot da una strillata.

Patriot Viper V570 Blackout RGB • Considerazioni finali

Patriot-Viper-V570-Blackout-RGB-Considerazioni-finali

In conclusione non posso dire di essere rimasto deluso da questo Viper V570 Blackout RGB, tuttavia c’è molto da migliorare.

Seppur da come l’ho descritto sembri impeccabile, ci sono alcune cose che mi fanno storcere il naso, tra cui l’esperienza utente con il software, davvero delle peggiori ma anche l’affidabilità del sensore che non mi è sempre sembrato super reattivo.

Spesso mi è capitato che, dopo qualche minuto di inattività, ci volesse del tempo prima che il sensore fosse nuovamente pronto all’utilizzo.

Forse sarà un caso isolato ma è mio dovere farlo notare, in quanto nemmeno con dispositivi di gran lunga inferiori non mi è mai capitato.

A parte ciò comunque sarebbe comunque una validissima alternativa, se non fosse per il prezzo leggermente superiore a quello dei competitors, sovrapprezzo che non trovo giustificato.

Prendendolo per quello che è, lo comparerei al Logitech G502 Hero, sia per funzionalità che per target di mercato, tuttavia, quest’ultimo spesso va in sconto a prezzi davvero accessibili.

Matteo Dei maddalena

Mi chiamo Matteo Dei Maddalena, ho 23 anni, abito a Mestre (VE), sono laureato in Economia e Commercio presso Università Ca' Foscari Venezia, ho la passione per il marketing, per la creazione di contenuti digitali e per il mondo dell'elettronica e PC hardware

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button