GamingRecensioni giochi

Warhammer 40.000: Darktide

Warhammer 40.000 Darktide
Warhammer 40.000: Darktide
Frenetico al punto giusto
Warhammer 40.000: Darktide è un gioco impattante soprattutto dal punto di vista visivo e sonoro. Il gameplay potrebbe essere più avvincente se ci fosse un minimo di trama a supportarlo. Tecnicamente è apprezzabile solo da chi ha un pc ben carrozzato per supportare volumi e texture che rendono comunque il gioco lento a caricare.
Trama e narrativa
8
Gameplay
7.5
Comparto estetico
8.5
Comparto tecnico
7
Comparto audio
8.5
Pro
Gameplay Convincente
Struttura dei personaggi, delle missioni e della difficoltà
Visivamente impattante
Contro
Scarsa originalità
Caricamenti pesanti
7.9

Nell’universo di Warhammer 40.000 c’è solo guerra, e Darktide non sfugge a questa regola, anzi, lo fa portando gli epici scontri per la sopravvivenza del genere umano a un livello mai visto prima sfruttando una tipologia di gioco frenetica ma sempre ritmata e ben strutturata.

Warhammer 40.000: Darktide • Recensione

Warhammer 40.000: Darktide - Recensione
Warhammer 40.000: Darktide – Orda dopo orda si deve dare il meglio in co-op

Darktide non è che l’ultimo (in ordine cronologico) videogioco dedicato a Warhammer 40.000: l’universo futuristico più cupo creato da Games Workshop per le sue miniature.

Un universo dove il Chaos (con la C maiuscola) e altre pericolose razze aliene minano continuamente la pace. Il Sacro Imperatore detta le leggi a guisa di un dio e tutto il genere umano si inchina innanzi al suo salvatore.

Warhammer 40.000: Darktide • Trama e narrativa

Warhammer 40.000: Darktide - Trama e narrativa
Warhammer 40.000: Darktide – La personalizzazione di un personaggio avviene per gradi

In Darktide ti troverai a vestire i panni di un reietto, il classico fedelissimo che, per colpa di un “malinteso”, viene incarcerato. Quando inizi il gioco la prima cosa da fare è creare il personaggio scegliendo tra una delle quattro categorie: Zelota, Psionico, Veterano e Ogryn.

Ciascuno di questi ha un tratto distintivo che può essere riassunto in: monaco, mago, guerriero e gigante.

Warhammer 40.000: Darktide - Trama e narrativa
Warhammer 40.000: Darktide – Personaggi e ambienti sono molto dettagliati

Le prigioni del futuro sono mondi enormi pieni di criminali che combattono tra loro per guadagnare potere e proprio durante una rivolta veniamo liberati. Mano a mano che si scende sotto la superficie di Tertium, il pianeta-prigione, gli ambienti peggiorano esponenzialmente e i bassifondi sono spesso luoghi violenti popolati da mostri e creature spaventose.

Essendo un gioco “di orde” alla Left 4 Dead non esiste una vera e propria trama se non delle missioni, assegnate di volta in volta nella sala principale della nave su cui verrai portato dopo il prologo.

Ciascuna missione comprende, come spesso succede, alcune missioni secondarie che arricchiranno il personaggio di esperienza, armi, accessori e materiali da barattare, ma un filo conduttore che colleghi tra loro le missioni non c’è.

Tutto è lasciato alla voglia del giocatore di cimentarsi in missioni più o meno complesse, andando così a snaturare, secondo me, un universo dalle narrazioni molto ricche (almeno per gli standard a cui sono abituati gli appassionati di questo universo).

Il tuo scopo in Darktide sarà quindi quello di sopravvivere, immagazzinare quante più risorse possibile e cercare di ristabilire il tuo nome davanti all’Imperatore.

Warhammer 40.000: Darktide • Gameplay

Warhammer 40.000: Darktide - Gameplay
Warhammer 40.000: Darktide – Gameplay

Come per altri titoli del genere anche Darktide non sfugge al classico schema che prevede di sconfiggere orde via via sempre più numerose e sempre più difficili da superare. Progredendo da orda a orda poi ti troverai ad affrontare mini-boss e boss sempre più potenti.

In tutta onestà ho trovato più sfidante superare i mini-boss rispetto ai boss che, anche se più potenti, risultano meno “originali” nelle varie tecniche di combattimento.

Questo perché, normalmente, i mini-boss si trovano in mezzo a decine e decine di “infetti” (dal Chaos) che non permettono di ragionare lucidamente; e questi ti caricano, mordono, prendono e lanciano per aria. La cosa più importante di Darktide però, è non dimenticarsi dei propri compagni.

Warhammer 40.000: Darktide - Gameplay
Warhammer 40.000: Darktide – Dopo un certo livello i personaggi dovranno affiatarsi moltissimo per sopravvivere

Si parte in quattro e non è pensabile agire in solitaria perché solo in quattro sarà possibile riuscire ad affrontare le varie orde.

Tutto qui? No, i nemici sono soverchianti ma non basta “viaggiare insieme” per vincere. Per farlo è necessario posizionarsi nel modo migliore per riuscire a difendersi e attaccare in maniera efficace. Giocando con un gruppo affiatato, i risultati non mancheranno a qualsiasi livello di difficoltà (Sedition, Uprising, Malice, Heresy e Damnation) ma, sarà a partire da quello medio che Darktide si farà duro e diventa fondamentale imparare a bilanciare le caratteristiche dei personaggi.

Nel malaugurato caso che tu venissi fatto fuori, però, non preoccuparti perché ti troverai inginocchiato a implorare che un compagno arrivi a curarti o liberarti in base alla gravità del danno. Una volta guariti si riparte e si continua a macinare nuove orde fino a “maxare” il personaggio.

Warhammer 40.000: Darktide • Missioni secondarie ed endgame

Warhammer 40.000: Darktide - Misioni secondarie ed Endgame
Warhammer 40.000: Darktide – Misioni secondarie ed Endgame

In tutto questo alternarsi di ondate di nemici in Darktide troverai 13 missioni principali e tantissime missioni secondarie finalizzate all’ottenimento di nuovi equipaggiamenti e materiali per far crescere il proprio personaggio. Proprio questa è la differenza tra Darktide e gli altri giochi di questo tipo.

Per ogni classe di personaggio gli upgrade che si andranno a sbloccare avranno differenti effetti sui personaggi.

Solo quando avrai portato i protagonisti al massimo, potrai ricominciare e comprendere le differenze più importanti tra uno e l’altro. Non esiste quindi una vera e propria “fine” in Darktide, una volta portato al massimo il personaggio scelto ricomincerai a combattere con un altro, e così via.

Warhammer 40.000: Darktide • Comparto estetico

Warhammer 40.000: Darktide comparto estetico
Warhammer 40.000: Darktide mostra mondi immensi ed effetti di illuminazione incredibili

Non so se sei un fan di Warhammer 40.000 (il gioco fisico intendo) ma a livello estetico Darktide rispecchia fedelmente il mondo dark rappresentato nel regolamento e nei vari codex creati da Games Workshop per le sue miniature.

Parlo di giganteschi mondi caratterizzati da fabbriche, prigioni, templi di vario genere, città grandi come un continente e foreste impenetrabili. Il tutto collegato da navi spaziali dedicate al culto dell’Imperatore.

Warhammer 40.000: Darktide - Comparto estetico
Warhammer 40.000: Darktide – Gli spazi sono ricchi di dettagli

Ecco quindi che ti muoverai in spazi dai soffitti la cui volta è quasi invisibile ai nostri occhi, saloni pieni di colonne, vetrate lavorate e dispositivi dal sapore steampunk che uniscono l’universo degli esseri umani a quello delle macchine e dei computer.

Durante il gioco tutto questo si traduce in un impianto scenico incredibile con effetti di luci e riflessi attualmente irraggiungibile se non con schede video di ultima generazione e fascia medio/alta.

Una cosa che ho notato però è che per gestire al meglio tutto questo, ovviamente se non si dispone di un sistema al top, si deve necessariamente scendere di risoluzione per far girare il gioco almeno a 60fps, il valore sotto il quale è meglio lasciar perdere.

Warhammer 40.000: Darktide • Comparto tecnico

Warhammer 40.000: Darktide - Comparto tecnico
Warhammer 40.000: Darktide – Comparto tecnico

Eccoci alla nota dolente. Come per Warhammer: Vermintide 2 (la sua controparte fantasy/medioevale), il fatto che anche Darktide sia un gioco “pesante” prevede una connessione a internet molto veloce e stabile, un pc da gaming con almeno 16GB di Ram, una scheda video GeForce 2080 (o AMD Radeon 5700) e molta pazienza mentre aspetti che i vari livelli e le sequenze cinematiche vengano caricate.

Warhammer 40.000: Darktide - Comparto tecnico
Warhammer 40.000: Darktide – Oltre agli ambienti di gioco, anche le sequenze cinematiche sono degne di un film

La presenza di moltissimi personaggi (non parlo di decine ma di centinaia alla volta) in contemporanea sullo schermo rende il tutto complesso da gestire al di sotto di queste caratteristiche. Scendendo di grafica, non si andrebbe invece ad apprezzare tutto il lavoro svolto dai disegnatori e dai programmatori per realizzare livelli così ricchi di dettagli e strutture.

Il mio consiglio è quindi quello di prenderti il giusto tempo per modificare le impostazioni video del tuo pc per raggiungere l’equilibrio migliore tra grafica e prestazioni (vale sempre il discorso dei 60 fps minimi). L’alternativa è quella di giocarlo utilizzando un service remote play come NVIDIA GeForce Now.

Lo stesso dicasi per effetti come ray tracing e DLSS (Deep Learning Super Sampling), se non si dispone di sistemi di fascia alta meglio disabilitarli per evitare cali nel framerate a livelli imbarazzanti.

Warhammer 40.000: Darktide • Comparto audio

Warhammer 40.000- Darktide - Comparto audio
Warhammer 40.000- Darktide – La colonna sonora è perfetta sia nelle azioni di gioco sia mentre si spazia negli ambienti della nave

Un videogame non ha mai potuto prescindere dalla sua colonna sonora e Darktide non fa differenza.

Certo la sua musica non sarà iconica come quella di Super Mario, ma i tecnici del suono di Fatshark si sono dati da fare, inserendo le musiche di Jesper Kyd (chi? semplicemente il compositore di colonne sonore videoludiche del calibro di Hitman, Gears of War, Unreal Tournament, Assassin’s Creed e molti altri) in un insieme che spazia in modo armonico dai dialoghi dei vari personaggi alla frenesia cupa e martellante degli scontri. 

Warhammer 40.000: Darktide • Il verdetto

Warhammer 40.000- Darktide - Il verdetto
Warhammer 40.000- Darktide – Il verdetto

Bello da vedere, da sentire e da giocare Darktide è un gioco che metterà a dura prova i vostri computer. Non per questo lo definisco però un gioco perfetto.

Ci sono molti spazi di miglioramento (soprattutto nell’ottimizzazione dei caricamenti), aspetti del gameplay da ottimizzare e, soprattutto, bisogna capire che non “brilla” per originalità ispirandosi a man bassa alla serie Left 4 Dead, al precedente Warhammer: Vermintide 2 e a tutta la schiera di giochi “a orde”.

Tuttavia il fatto che sia uno di quei titoli da giocare con gli amici, con i suoi 13 livelli, le quattro categorie di personaggi completamente personalizzabili e i cinque livelli di difficoltà, lo rendono estremamente giocabile orda, dopo orda, dopo orda, dopo orda.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button