Migliori monitor pc • Consigli, offerte e prezzi • Guida Novembre 2018

Migliori Monitor PcSe il tuo monitor per pc inizia a dare problemi o, più semplicemente, vuoi godere dei nuovi schermi capaci di assicurare risoluzioni altissime, dimensioni dei pannelli importanti, design accattivanti, immagini nitide e pulite, non puoi che leggere i nostri consigli.

Abbiamo deciso, infatti, di proporre un contenuto completo ed attento sia alle esigenze degli utenti esperti che di quelli meno preparati in materia. Invero la scelta del monitor per il pc è molto delicata perché vi sono tante variabili da tenere in considerazione e soluzioni d’acquisto presenti sul mercato.

Prima di arrivare alla scelta del miglior monitor per pc, bisogna però, come spesso detto nelle nostre guide, valutare budget ed esigenze per scegliere il prodotto ideale. Partiamo, quindi, da consigli di natura generale prima di addentrarci nel merito della scelta vera e propria. Intanto ti ricordo che la scelta della miglior scheda video è fondamentale per la resa video, soprattutto nei giochi.

 

Migliori monitor pc: consigli e guida all’acquisto

 

Prima di parlare dei monitor, può essere utile comprendere cosa sia e come funzioni la GPU – scheda video nonché, soprattutto, come incida sul funzionamento generale del pc, anche per chi crede di non aver bisogno di una scheda video dedicata.

Infatti, l’elaborazione di processi grafici (anche minimi) riverbera i suoi effetti su processore e memoria RAM: il pc non funziona, come si potrebbe credere, a comparti stagni.

Voglio introdurti poi nella nostra guida per spiegarti di cosa parleremo nello specifico.

Infatti, solo dopo una valutazione generale circa tutti i parametri tecnici (dimensioni del display, risoluzione, tempo di risposta, refresh rate ecc…) si passerà all’elenco dei migliori monitor per pc divisi per fascia di prezzo con opinioni, caratteristiche tecniche e link all’acquisto consigliato.

Ma vediamo insieme l’indice dei contenuti:

 

Risoluzione monitor pc

La risoluzione del monitor indica il numero di pixel presenti in orizzontale e verticale all’interno di un pannello.

Un monitor, infatti, è composto da tanti pixel che possono essere immaginati come punti luminosi che vanno a formare l’immagine intera.

Un display da 27″ full HD avrà le stesse dimensioni di un display da 27″ con risoluzione 2k, ma molti meno pixel / punti che definiscono le immagini mostrate.

Da questa semplice spiegazione potrai desumere che maggiore sarà dunque il numero dei pixel e maggiori saranno i dettagli.

Ti riporto in breve le risoluzioni standard di monitor, tv, videoproiettori, smartphone e tablet così come tratte da Wikipedia.

Standard Video Descrizione risoluzione dello schermo (pixel) rapporto d’aspetto Profondità di colore (bpp) frame per secondo
480i Video a risoluzione standard NTSC a 60 Hz interlacciato 720×480 (345 600) 3:2 (1,5:1) 24 bpp 30
480p Video a risoluzione standard NTSC a 30 Hz progressivo. 720×480 (345 600) 3:2 (1,5:1) 24 bpp 30
576i Video a risoluzione standard PAL a 50 Hz interlacciato 720×576 (414 720) 4:3 (1,33:1) 24 bpp 25
576p Video a risoluzione standard PAL a 25 Hz progressivo. 720×576 (414 720) 4:3 (1,33:1) 24 bpp 25
720p Formato video HDTV 1280×720 a 60 Hz progressivo. Esistono anche le varianti a 24, 25, 30 e 50 Hz. Chiamato HD Ready 1280×720 (921 600)
1360×768 (1 044 480)
1366×768 (1 049 088)
16:9 (1,78:1) 24 bpp 50-60
1080i Formato video HDTV 1920×1080 a 60 Hz interlacciato. Esiste anche la variante a 50 Hz. 1920×1080 (2 073 600) 16:9 (1,78:1) 24 bpp 25-30
1080p Formato video HDTV 1920×1080 a 60 Hz progressivo. Esistono anche le varianti a 24, 25, 30 e 50 Hz. Chiamato Full HD. 1920×1080 (2 073 600) 16:9 (1,78:1) 24 bpp 50-60
2K Proiezione di film digitali in sale cinematografiche DLP. 2048×1080 (2 211 840) 1,8962:1 48 bpp 24
WQXGA Widescreen Quad eXtended Graphics Array 2560×1600 (4 096 000) 16:10 24 bpp 50-60
Super HD (2160p) Televisioni 4K 3840×2160 (8 294 400) 16:9 (1,78:1) 24 bpp 50-60
4K Proiezione di film digitali in sale cinematografiche DLP. 4096×2160 (8 847 360) 18,962:1 48 bpp 24
Ultra HD 8K 8K Ultra Alta Definizione 7680×4320 (33 177 600) 16:9 (1,78:1) 30 bpp – 36 bpp 50-60

Ebbene, si è arrivati ad una risoluzione Ultra HD 8K che è fantascientifica. Ma sarà veramente utile una risoluzione del monitor così alta?

Per rispondere a queste domande, bisogna un attimo soffermarsi su alcuni aspetti che meritano un focus particolare:

  1. ad un numero maggiore di pixel corrisponderà un consumo di energie più importante. In altri termini, banalmente, illuminare diecimila pixel non è come illuminarne dieci milioni.
  2. un’immagine occupa sempre lo stesso numero di pixel indipendentemente dalla risoluzione e dalle dimensioni del display su cui essa viene mostrata.
    Quali sono, quindi, le implicazioni pratiche di questo assunto? Se prendi un monitor ad altissima risoluzione, ma con delle dimensioni ridotte, ti ritroverai a guardare delle immagini piccolissime in quanto queste occupano sempre lo stesso numero di punti, ma solo una porzione minuscola del display.
  3. Utilizzare monitor ad elevate risoluzioni oppure ad elevati refresh rate comporta possedere una scheda video molto potente per sfruttarli al massimo.
    Per regola il prezzo del monitor dev’essere pressoché simile a quello della scheda video utilizzata.

Quanto descritto al punto due mi accade, per esempio, con il mio MacBook Pro da 13″: detto maccheronicamente, in un pannello così piccolo mi ritrovo tantissimi pixel, ma le immagini scaricate dalla rete occuperanno sempre lo stesso numero di punti indipendentemente dallo schermo sul quale esse vengono mostrate.

Pertanto, a seconda delle dimensioni del display, le immagini occuperanno sempre gli stessi pixel, ma una percentuale più o meno grande del display.

Quindi, se decidi di prendere un monitor ad alta risoluzione, scegli un display grande.

Ti ricordo, a proposito della risoluzione dei display della Apple, che ho già espresso la mia opinione circa la classica scelta tra Mac o PC. Potrai leggerla quando vorrai.

Un’altra considerazione importante è da farsi relativamente alla cosiddetta fonte video: la risoluzione delle immagini, in relazione a quella del monitor, dona un’impressione più o meno positiva all’utilizzatore.

Un esempio: tante volte, di fronte ad un video riprodotto su display 2k, l’utente potrà avere l’impressione che l’immagine sia meno nitida che su monitor più economici. Ma l’effetto ottico è dato dalla fonte, non dal monitor.

Immagina di prendere una foto piccola, a bassa risoluzione, e di volerla mostrare su un display 2k: siccome i monitor riproducono di default il video a schermo intero, avrai un effetto stretching con una conseguente perdita di nitidezza.

Così, allo stesso modo, se hai una tv di altissima risoluzione con una fonte video in standard definition (SD), il risultato sarà un’immagine sfocata, poco nitida e pulita. Molto comune è il caso di Sky: compri una tv di ultimissima generazione, con risoluzione 4k, ma la fonte magari è ancora nella definizione standard di Sky senza HD. Lo stesso Sky, su una tv a bassa risoluzione, potrà “vedersi meglio”.

 

Tipologie di pannello del monitor

Quale oltre quelle già elencati in precedenza è un aspetto estremamente importante da tenere in considerazione quando si sta per acquistare un monitor da gaming?

Indubbiamente la tipologia del pannello montato sul monitor!

Alcuni di voi sapranno che esistono principalmente 3 tipologie di pannelli LCD per i monitor e sono: IPS, VA e TN.

Quali sono le differenze che comporta possedere questi differenti tre tipi di pannelli?

 

Il pannello IPS (In-Plane switching) offre una precisione dei colori accurata, angoli di visione ampi e limpidi, tempi di risposta nella media e prezzo più elevato rispetto alle altre 2 opzioni.

Questa è la tecnologia consigliata per grafici, fotografi, videomakers e content creator che necessitano di un ampio ed affidabile range di colori.

Questi monitor sono anche ottimi per giocare se si preferisce avere una resa dell’immagine migliore rispetto a dei tempi di risposta bassissimi.

 

Il pannello VA (Vertical Alignment) offre un buon contrasto e neri profondi, colori vividi ed intensi (non al livello di un pannello IPS ma migliori di un pannello TN), tempi di risposta generalmente a metà strada tra le altre 2 tecnologie e angoli di visione discreti.

 

In generale un pannello TN (Twisted Nematic) si presenta invece il migliore per i gamers professionisti: questa tecnologia permette di utilizzare tempi di risposta bassissimi fino ad 1 ms, sacrificando tuttavia colori, angoli di visione e contrasto.

In parole semplici molta reattività ma meno qualità visiva rispetto ad un pannello IPS.

Generalmente i pannelli TN sono i più economici e per tale motivo sono al momento quelli più utilizzati.

 

Dimensioni del monitor

La dimensione si calcola misurando la diagonale dello schermo e si esprime in pollici.

Le dimensioni ideali del monitor dipendono essenzialmente dalle proprie esigenze. Tuttavia, mi pare normale che, per un pc da gaming o studiato per lavori grafici, sarà preferibile un monitor di grandi dimensioni.

Molto dipende anche dagli spazi, dal tipo di scrivania e dagli accessori a propria disposizione.

Le dimensioni sono poi da mettersi in relazione anche con gli altri fattori: proprio per quanto detto circa la risoluzione, ricorda che non ha senso prendere un monitor enorme se poi la risoluzione e la nitidezza delle immagini non sono soddisfacenti.

 

PPI (pixel per pollice)

I PPI sono quasi la sintesi dei due punti trattati in precedenza: risoluzione del monitor e dimensioni del display. I PPI non sono altro, infatti, che il numero di pixel per pollice quadrato di schermo.

Più alto sarà questo valore e migliore sarà l’esperienza d’iso del monitor.

Com’è evidente, infatti, un monitor full HD da 32″ avrà un valore di PPI inferiore ad un full HD da 21″.

Volendo essere precisi e tecnici, in passato si usava il termine definizione per quella che sopra ho chiamato risoluzione.

 

Aspect Ratio (o rapporto d’aspetto)

L’aspect ratio è il rapporto tra la risoluzione orizzontale e quella verticale dei monitor.

Le cosiddette “fasce nere”, termine orribile per un esperto, non sono altro che uno strumento per adattare automaticamente la risoluzione del monitor a quella del video affinché questo non perda le sue proporzioni originali.

In altri termini, un video concepito per un aspect ratio 4:3, con un’altezza quasi pari alla sua larghezza, sarà adattato allo standard 16:10 con l’ausilio di bande nere poste ai lati (per fortuna sempre più rare).

 

Luminosità

La luminosità è, con l’evoluzione dei monitor, uno dei parametri meno importanti a mio avviso. Se in passato era più facile trovare monitor scadenti sotto questo profilo, oggi la media è decisamente buona.

Ma la luminosità può avere comunque un suo valore e bisogna conoscerne l’importanza: in sintesi, la luminosità non è altro che la capacità del monitor di adattarsi alla luce ambientale senza perdere in termini di visibilità.

Se un monitor per PC viene raggiunto dalla luce diretta del sole avrà bisogno di più luminosità per risultare ugualmente gradevole agli occhi: quanto più è alta la luminosità del pannello, tanto più saremo sicuri di poter usare il monitor in qualsiasi condizione di luce.

Al contrario, in condizioni di luce scarsa, un monitor non avrà bisogno di grande luminosità per non danneggiare gli occhi.

L’unità di misura della luminosità è il NIT che indica il numero di candele per metro quadrato (CD/mq). Questo valore si attesta, mediamente, intorno ai 200 e 350 cd/mq è costituisce un valore abbastanza standardizzato nei monitor per pc di recente fabbricazione e buono per tutti gli scopi.

 

Contrasto (o rapporto di contrasto)

Il rapporto di contrasto è, invece, un valore molto importante da tenere in considerazione nella scelta del miglior monitor per pc.

La qualità e visibilità dell’immagine sono legate al contrasto che misura il rapporto tra le luminosità del bianco più brillante rispetto al nero più scuro. In pratica, quanto più alto è questo valore tanto più il monitor avrà bianchi luminosi e neri scuri.

Ma non bisogna lasciarsi confondere dai valori dichiarati dai produttori: esiste infatti, oltre ad un contrasto statico, uno di tipo dinamico, frutto di ottimizzazioni elettroniche che consentono al rapporto di contrasto di alzarsi notevolmente traendo in inganno i consumatori.

Il contrasto dinamico, senza entrare in discussioni troppo tecniche, mostrerà un valore molto più alto di quello statico.

 

Angolo di visualizzazione

L’angolo di visualizzazione è l’angolo massimo nel quale abbiamo una visione ottimale del monitor nella sua totalità.

Si tratta, in altre parole, dell’area all’interno della quale hai una visione chiara e nitida delle immagini.

Superato l’angolo di visualizzazione, avrai una visione distorta delle immagini con una diminuzione della luminosità e del contrasto. Molto semplice da verificare nella pratica: immagina che spostandoti, sia in verticale che in orizzontale, rispetto a quella che è la prospettiva ottimale di visione, possa notare una graduale perdita di definizione dell’immagine.

Ebbene, significa che hai superato l’angolo di visione ottimale.

 

Tempo di risposta

Il tempo di risposta in un monitor indica il ritardo con il quale un segnale in ingresso viene elaborato e riprodotto sul monitor.

Un esempio può essere il movimento del mouse: il tempo di risposta misura i millisecondi nei quali tale movimento viene mostrato sullo schermo.

In generale l’occhio umano non riesce a percepire differenze tra un monitor che risponde in 8ms ed uno che lo fa in 5ms se questi valori, attenzione, sono reali.

Così, soprattutto per chi vuole vedere film di azione, partite o divertirsi con un pc da gaming, il tempo di risposta diventa importantissimo. Ma, ripeto, il tempo di risposta reale che si può ricavare solo dopo appositi test.

 

Refresh rate (o frequenza di aggiornamento)

Il refresh rate indica il numero di volte in cui viene aggiornata l’immagine sul monitor.

Nei monitor per pc recenti, anche questo non è un parametro importante come in passato sulle tv o i monitor CRT a tubo catodico.

Negli attuali monitor LCD/LED, infatti, la differenza tra una frequenza di aggiornamento pari a 120 Hz ed una a 60 Hz è impossibile da notare per l’occhio umano.

Si potrebbero avvertire differenze solo per i video con un frame rate (o frequenza dei fotogrammi) molto più basso degli attuali standard video che si attestano intorno ai 25fps (25 frame per secondo).

 

Diversi usi del monitor per pc

Solitamente i monitor per pc sono il completamento di computer pensati ed assemblati per il gaming, la grafica (video e foto editing) o l’uso in ufficio.

Dalla destinazione che si vuole dare al pc deriverà inevitabilmente anche la scelta del monitor migliore.

 

Interfaccia e porte in ingresso

Un monitor, a seconda delle esigenze, potrà essere collegato a vari dispositivi con uno o più cavi HDMI, DVI o VGA.

Ma ci sono monitor che potranno anche essere usati, grazie a delle porte USB, per la riproduzione di foto audio e video oppure sfruttare un entrata aux per la riproduzione di audio.

Molto dipende dalle fonti a tua disposizione.

 

Tecnologie FreeSync e G-Sync: quale scegliere?

Sicuramente avrai sentito parlare delle tecnologie Freesync e G-Sync, rispettivamente delle due case che detengono il controllo del mercato sulla produzione delle schede video ovvero AMD Nvidia.

Queste due funzioni per funzionare correttamente devono essere supportate sia dalla scheda video che possediamo che dal nostro monitor.

Innanzi tutto vi è però una differenza piuttosto rilevante tra le 2 tecnologie: la prima, Freesync, anche chiamato Adaptive Sync, non comporta alcun aumento di prezzo del monitor mentre nel caso delle schede video Nvidia il G-Sync, se presente su un monitor implicherà un aumento del suo costo di almeno 150€-200€ rispetto alla controparte.

Entrambe le funzioni si propongono di eliminare problematiche di tearing stuttering durante le sessioni di gioco per offrire un’esperienza nitida e genuina.

 

Problematiche comuni nei pannelli dei monitor

Prima di addentrarci definitivamente nella guida comparativa ci occupiamo di un aspetto che spesso viene considerato come superfluo e non preso in considerazione dalla stragrande maggioranza dell’utenza: stiamo parlando dei difetti e le problematiche che i pannelli dei monitor posseggono!

Particolarmente rinomato è il problema del backlight bleeding sui monitor LCD: una problematica che nella maggior parte dei casi si verifica in concomitanza dei bordi ove è chiaramente visibile un’alone di luce più forte e non uniforme con il resto dello schermo.

Questo problema è causato dalla “perdita” e “fuoriuscita” di luce dalla parte posteriore del pannello che non si riesce a bloccare per intero a causa dei materiali e dei processi produttivi utilizzati per questi determinati monitor.

E’ un problema molto fastidioso specialmente se accentuato che rende ostica la visione di film che hanno le barre nere sopra e sotto. Questo problema deteriora l’uniformità del nero del monitor.

 

Simile al backlight bleeding è l’IPS Glow: una problematica che si verifica nei monitor con pannello IPS ed assomiglia molto alla precedente.

 

Un’altra problematica critica è il clouding: esso si presenta sotto forma di chiazze generalmente più chiare rispetto al resto del pannello.

Essa corrompe specialmente l’uniformità dei grigi.

 

Infine troviamo i dead pixels: i pixel morti!

Essi sono piuttosto semplici da identificare sullo schermo: si possono presentare sotto forma di pixel completamente neri oppure anche sui colori RGB quindi rosso verde e blu.

Tramite apposite tecniche i pixel morti possono essere “risvegliati” tuttavia se il problema persiste è meglio spedire indietro il prodotto e farselo sostituire.

 

Come identificare al meglio queste problematiche?

In primis bisogna isolare la camera ove si trova il monitor da ogni bagliore di luce: chiudere quindi le finestre e spegnere eventuali luci o periferiche RGB attive.

Secondariamente si consiglia di visualizzare a schermo intero determinati colori per verificare l’integrità e le condizioni del pannello.

Si può utilizzare uno sfondo nero al 100% per individuare problemi di backlight bleedingIPS Glow.

Con diverse tonalità di grigio: dal più scuro al più chiaro potremo invece più facilmente individuare il problema del clouding.

Ed infine con sfondo bianco, o di qualunque colore acceso abbastanza forte e chiaro potremo cercare di individuare eventuali pixel morti presenti sul pannello!

 

Migliori monitor per pc divisi per fascia di prezzo

Dai miei consigli avrai capito che non esiste, pertanto, una classifica dei migliori monitor per pc: sarai tu, dopo aver letto questa guida, a scegliere ciò che risponde meglio alle tue esigenze.

Personalmente ho deciso, però, di selezionare dei monitor universali con un ottimo rapporto qualità – prezzo ed adatti a qualsiasi esigenza. Questa volta, diversamente da altre guide, ho optato per un ordine decrescente in base al prezzo.

 

Migliori monitor pc 24 pollici • 1080p (FullHD)

Partiamo adesso con la vera e propria guida comparativa sui migliori monitor per pc da 24 pollici.

Per iniziare in ogni categoria inseriremo un prodotto alla portata, economico e senza funzioni particolari. Per passare successivamente ai monitor dotati di freesync e G-SyncFreeSync 2, UHD, ad elevati refresh rate.

In questa fascia di prezzo potrai trovare monitor per pc dal buon rapporto qualità – prezzo, ideali un po’ per tutti gli usi, con delle limitazioni inevitabili sotto alcuni profili.

Comunque, almeno in teoria, è questa la categoria dove puoi trovare dei veri e propri best buy, ovvero monitor eccezionali per rapporto qualità – prezzo oppure top di gamma il cui costo è calato col passare del tempo.

 

Samsung C24F396 • FreeSync, 60Hz

migliori-monitor-pc--24-pollici-Samsung-C24F396Il primo monitor da 24 pollici che stiamo per presentare è prodotto dalla nota azienda Samsung.

Si tratta di un pannello con risoluzione tradizionale 1920×1080 pixels quindi solo FullHD.

Il prodotto ha un prezzo piuttosto accessibile di circa 140 euro oltre ai quali è anche superfluo scendere per risparmiare pochi euro anche in funzione delle caratteristiche che il C24F396 ha da offrire.

Il monitor nonostante sia tra i più economici accessibili nella fascia dei 24 pollici è dotato di un pannello curvo e della tecnologia FreeSync, che fanno certamente comodo a chiunque.

Il modello è un classico 60 Hz di refresh rate con 4 ms di tempo di risposta.

Ma attenzione: non è tutto oro ciò che luccica, alcuni pannelli potrebbero soffrire di clouding e backlight bleeding per cui è necessario accertarsi delle condizioni dell’articolo non appena arrivato e qualora difettoso effettuare reso.

Più avanti presenteremo una controparte con G-Sync Nvidia.

 

Aoc G2590PX • FreeSync, 144Hz

migliori monitor da gaming Aoc G2590PXProcediamo con un super monitor prodotto da AOC, nota azienda che ha preso piede negli ultimi tempi nel mercato dei monitor da gaming quasi distruggendo la concorrenza.

Gli AOC sono i migliori monitor da gaming per rapporto qualità/prezzo. Infatti oltre ad offrire pannelli affidabili e di ottima qualità ad un prezzo onestissimo anche il controllo della resa finale dei prodotti è curato nei minimi dettagli.

In questo caso abbiamo a che fare con un monitor da gaming da 24.5 pollici, quindi un pelo più grande rispetto al precedente.

L’AOC G2590PX è un FullHD con un refresh rate di 144 Hz1 ms di tempo di risposta.

Dai dati evidenziati non sarà difficile capire che stiamo trattando un pannello TN che quindi non potrà mai avere la stessa resa dei colori di un pannello IPS.

Anche questo monitor è dotato di tecnologia FreeSync e viene proposto ad un prezzo competitivo rispetto la concorrenza.

Il monitor è persino dotato di un impianto audio, che tuttavia non sembra essere eccezionale, ma dubito questa sia una caratteristica ricercata poiché in genere dei buoni monitor vengono sempre affiancati ad un buon impianto acustico.

Gli angoli di visione sono abbastanza limitati alla visione frontale (non ce n’è da stupirsi trattandosi di un pannello TN) e potrebbero risultare astiosi visualizzando contenuti di lato o dal basso.

Nonostante queste due pecche mi sento di dire che questo è il miglior monitor dotato di FreeSync da 24 pollici in risoluzione FullHD che possiate acquistare.

 

Monitor AOC G24G1

migliori monitor da gaming aoc c24g1Più intrigante e di recente uscita è il G24G1 sempre di AOC che supporta invece il FreeSync 2 (tecnologia migliorata del FreeSync tradizionale sulla quale è meglio approfondire poiché è una feature importante).

Questo, a differenza del precedente offre un design accattivante e permette di regolare completamente l’altezza del monitor e l’inclinazione.

Si tratta di un monitor 144Hz borderless estremamente elegante e che sembra presentarsi benissimo.

Pannello VA curvo con tempo di risposta di 4 ms, neri profondi e colori migliori del precedente TN.

Essendo un prodotto piuttosto recente non abbiamo ancora dati certi ma ci affidiamo alla rassicurante AOC ed al suo controllo qualità infallibile!

Consigliatissima anche quest’alternativa!

Monitor BenQ Zowie XL2540 • 240Hz

BenQ ZOWIE-XL2411Il monitor che vi presentiamo ora è certamente uno dei migliori monitor da gaming.

Il BenQ Zowie è un monitor di 24,5 pollici pensato ed ideato soprattutto per gli amanti dei frame rate elevatissimi. Un dispositivo che si piazza bene sul mercato soddisfacendo una larga fetta di utenti.

Il monitor da gaming infatti offre ben 240Hz di refresh rate e speciali tecnologie che permettono una visione ottimale senza stancare l’occhio (Flicker-free) aumentando anche la visibilità delle scene scure (Black eQualizer) restituendo così una grande resa dei colori neri e della profondità dei colori.

Stare parecchie ore davanti questo tipo di schermo da pc non sarà di certo un problema. Oltre alle tecnologi già citate, grande confort è dato dalla possibilità di regolare a proprio piacere l’altezza del monitor tramite il supporto posteriore che si aziona in modo semplice ed intuitivo. In questo modo si può scegliere il proprio angolo di visuale preferito.

BenQ XL2540 è certamente uno schermo che è scelto soprattutto dagli amanti del gaming di tutto il mondo perché offre davvero una grande ed interessante esperienza di gioco per varie tipologie e modalità. Garantita, inoltre, grande concentrazione, fattore chiave per gli e-Sport in quanto la cornice del monitor è stata proprio progettata per limitare la rifrazione della luce dallo schermo.

Oltre al gaming questo monitor della BenQ si presta bene anche alla visione di film e alla riproduzione di video e di foto, anche se per questo utilizzo sarebbe preferibile un IPS a risoluzione più elevata.

Il nostro Zowie FullHD a 240HZ nasce e cresce quindi per i videogiocatori competitivi che spendono le ore davanti a titoli frenetici in cui il tempo di risposta fa la differenza e in cui l’elevato refresh rate aiuta l’occhio.

 

Monitor Asus ROG SWIFT PG248Q • G-Sync, 180Hz

MIGLIORI-MONITOR-PC-DA-GAMING-ASUS-PG248QSe per acquistare un monitor da gaming G-Sync ci vogliono 400 euro perché non spendere qualcosa in più con un piccolo sacrificio per portarsi a casa una belva come questa?

L’Asus ROG Swift PG248Q è un monitor pur sempre FullHD che riesce a spingere il videogiocatore in una dimensione dominata dai 180 Hz di refresh rate massimi.

I tempi di risposta sono bassissimi anche in questo caso: il monitor TN LCD opera a giusto 1 ms di ritardo.

Ovviamente il PG248Q è dotato di tecnologia G-Sync che permette di eliminare tearing e artefatti grafici durante le sessioni di gioco.

Presenti con questo modello tutti i surrogati di Asus GameVisual e Gameplus che offrono una sensazionale esperienza di gioco.

Il monitor è regolabile in altezza ed inclinazione.

Si tratta di un ottimo monitor da gaming un pizzico sovraprezzato ma pur sempre affidabile

 

Migliori monitor pc 24 pollici • 1440p e 4K

In questa breve sottosezione esploreremo il mondo del “2K” e del 4K.

Nonostante questi termini siano poco precisi ed al quanto scorretti è generalmente così che viene indicato lo standard dei monitor rispettivamente a 1440p e 2160p.

Non perdiamoci in ulteriori chiacchiere e vediamo cos’ha da offrire il mercato dei monitor per pc 2k e 4k!

 

BenQ PD22500Q

migliori monitor pc 24 pollici benq pd2500qIl primo prodotto che ci sentiamo di consigliare è un BenQ PD2500Q: monitor precalibrato di fabbrica dotato di ampi spazi di colore per grafici e disegnatori professionisti.

A detta dell’azienda quindi il monitor con pannello IPS è proprio studiato per fornire la migliore esperienza possibile ed una resa dei colori ottimale per chi lavora con il computer.

Il formato è sempre a 25 pollici ma è tuttavia disponibile anche la versione a 27 pollici che consiglieremo anche nelle seguenti sezioni.

La risoluzione nativa è 2560 x 1440p ovvero quello che viene erroneamente chiamato 2K.

Il monitor è regolabile in altezza, inclinazione e rotazione. Può anche essere utilizzato in verticale.

Ci sentiamo di consigliare questa tipologia di monitor IPS a chiunque voglia avere un prodotto qualitativamente eccelso e che non faccia brutti scherzi.

Essendo inoltre la resa dei colori ottima è un articolo perfetto per uso di qualunque tipo: visione di videofilm bluray.

Consigliamo questo articolo ai videogiocatori?

Sinceramente ci sentiamo di consigliare altro a chi gioca per via delle tecnologie FreeSync e G-Sync che in questo modello mancano e per via dei tempi di risposta alti che il BenQ possiede.

Ciò non toglie che i videogiocatori non professionisti possono preferire un pannello con colori migliori rispetto a dei tempi di risposta bassi e funzioni legate al gaming, specialmente quando si gioca a titoli poco frenetici.

Prodotto assolutamente consigliato per general purpose, grafica e anche gaming non competitivo.

 

 AOC AGON AG241QX & AG241QG

migliori monitor pc gaming aoc agon ag241qgPer concludere con i migliori monitor da gaming 24 pollici inseriamo in guida due prodotti della stessa azienda: AOC.

Entrambi i modelli gemelli sono a risoluzione nativa 2560×1440 pixels e dotati rispettivamente delle tecnologie FreeSync nel caso dell’ AG241QX e del G-Sync nel caso dell’AG241QG.

Entrambi i monitor da gaming sono dotati di classici pannelli TN con giusto 1 ms di tempo di risposta.

Nel caso del monitor G-Sync, che presenta un prezzo decisamente più elevato, il refresh rate sarà a 165 Hz piuttosto che a 144Hz come nella controparte FreeSync.

Nonostante il pannello TN la resa dell’immagine è comunque buona ed affidabile. Questi due modelli sono tra i due pannelli TN migliori che possiate trovare in commercio in questa fascia di prezzo.

Versione con FreeSync:

Versione con G-Sync:

 

LG 24UD58 • FreeSync

migliori monitor pc LG 24UD58Prima di passare ai monitor 27 pollici prendiamo in esame un monitor da 24 pollici 4k risoluzione nativa 3840×2160 pixels.

Il monitor di cui stiamo parlando prodotto da LG è un tradizionale 24 pollici con un buon pannello LED IPS in risoluzione UHD.

E’ pensato per general purpose ma risulta ottimo per chiunque volesse giocare a titoli poco frenetici ed ha a disposizione una scheda video abbastanza potente per supportare il 4K.

Ha un’ottima resa dei colori e dei neri. Attenzione ad eventuale Backlight bleeding che affligge spesso i pannelli IPS.

Il monitor è anche dotato di tecnologia FreeSync.

 

Migliori monitor PC 27 pollici 

Passiamo adesso invece in rassegna alcuni dei migliori monitor da gaming e per uso tradizionale dalle dimensioni di 27 pollici. Ti ricordo che puoi leggere la nostra guida ai monitor da 27 pollici per approfondire l’argomento.

Ovviamente questi prodotti avranno un costo decisamente superiore in quanto si tratta di pannelli migliori e di dimensioni maggiori.

Anche questa volta proporremo dei monitor semplici sprovvisti di tecnologie particolari per poi passare ai FreeSync, FreeSync 2 e G-Sync!

Non perdiamoci in ulteriori chiacchiere!

 

Samsung C27F396 • FreeSync

migliori monitor pc samsung 27 pollici freesyncApriamo le danze nella sezione dei monitor 27 pollici con un articolo piuttosto sempliciotto: un Samsung 27 pollici FullHD.

Questa è la scelta migliore per chi vuole avere un monitor tradizionale poiché non necessità né di particolari features da gioco né tantomeno di un pannello estremamente particolare.

Per di più questo monitor offre perfino il FreeSync 60Hz di refresh rate.

E’ un ottimo prodotto per chi non vuole spendere un occhio della testa e utilizza il PC per visualizzare contenuti multimediali.

Il pannello di cui è dotato questo prodotto è nuovamente un VA curvo.

Vi sarebbero state molte alternative in questa fascia di prezzo m abbiamo inserito in guida questo modello perché oltre al pannello curvo (che piace spesso e volentieri) è dotato anche di tencologia FreeSync ad un prezzo abbastanza competitivo.

Vediamo adesso invece qualcosa di più elaborato.

 

AOC G27G1 • FreeSync 2, 144Hz

migliori monitor pc AOC G27G1Il secondo monitor da gaming che presentiamo nella sezione dei migliori monitor da 27 pollici FullHD è prodotto nuovamente da AOC.

Marca della quale abbiamo parlato in lungo e in largo in questa guida e che è nota per la sua affidabilità e per i suoi prodotti ottimi rispetto alla media.

Questo particolare modello seppur sempre a risoluzione 1080p raggiunge i 144Hz di refresh rate e assieme alla tecnologia FreeSync diventa un must per chi vuole giocare in modo tranquillo e fluido.

Anche in questo caso il pannello curvo utilizzato è il TN, il più largamente diffuso per il momento.

Non è quindi un monitor eccelso per qualità dell’immagine come può esserlo un IPS dal costo decisamente più elevato ma offre pur sempre un’ottima esperienza a dei refresh rate e tempi di risposta di 1 ms che altrimenti non si potrebbero avere.

Consigliato per i videogiocatori che vogliono il massimo dal loro pc sui giochi FPS e titoli frenetici.

 

BenQ ZOWIE XL2740 • 144Hz

migliori monitor pc gaming BenQ ZOWIE XL2740Per gli amanti del videogioco frenetico e competitivo inseriamo in guida un ottimo monitor da gaming con un refresh rate a 240Hz.

La risoluzione nativa sarà sempre il FullHD 1080p.

Questo monitor da gaming è pensato per essere utilizzato da professionisti del gioco che hanno bisogno di un aggiornamento delle immagini costante ed equilibrato.

Le due bande laterali permettono di deviare i riflessi per concentrarsi al meglio. Il prezzo del prodotto è decisamente elevato, motivo per cui consiglio l’acquisto esclusivamente a chi gioca agli FPS in modo competitivo, in alternativa l’articolo precedente potrebbe essere abbastanza.

Il monitor da gaming è dotato di svariate tecnologie tra cui la black equalizer, S switch e Color Vibrance, tutte pensate per ottenere il massimo dall’esperienza di gioco.

Prodotto premium mancante tuttavia delle tecnologie FreeSync e G-Sync.

 

Acer Predator XB271HA • 144Hz, G-Sync

migliori monitor da gaming per pc Acer Predator XB271HAPrima di passare ai modelli con risoluzioni native più elevate vediamo insieme tre articoli Acer decisamente interessanti per chi possiede una scheda video Nvidia!

Il primo: Acer Predator XB271HA è un FullHD dotato di tecnologia G-Sync ovviamente dalle dimensioni di 27 pollici.

Il monitor da gaming monta un pannello TN che riesce a raggiungere i 144Hz di refresh rate senza troppi problemi.

Il pannello offre un’ottima illuminazione di 400 cd/m2 e un tempo di risposta scattante: parliamo appunto di 1 ms.

Consigliato per chi vuole portarsi a casa un monitor da gaming 27 pollici senza spendere un occhio della testa.

Ora seguiranno delle alternative con risoluzione nativa maggiore e dal prezzo decisamente più elevato.

 

Migliori monitor PC 27 pollici • 1440p e 4K

Passiamo adesso ai monitor da gaming e non solo a risoluzioni WQHD (2560×1440 pixels) e 4K!

 

MSi Optix MAG27CQ • FreeSync, 144Hz

migliori monitor pc msi mag27 144hzIl prossimo prodotto che tiriamo in ballo è l’Optix MAG27CQ: un monitor prettamente da gaming di Msi che con questa nuova serie sembra avere introdotto nel mercato prodotti validi e non sovraprezzati.

In questo caso abbiamo ad esempio a che fare con un 27 pollici dotato di Adaptive Sync, la tecnologia FreeSync con la nomenclatura dello standard VESA.

IL monitor da gaming ha risoluzione nativa 2560 x 1440p, comunemente nota come “2K”, termine scorretto al quale preferisco accostare piuttosto WQHD.

Il pannello curvo del monitor è prodotto da Samsung ed è della tecnologia Vertical Alignment che garantisce neri profondi e una resa dei colori migliore ad un qualunque classico pannello TN.

La frequenza di aggiornamento è di ben 144Hz con un FreeSync range che va dai 50Hz ai 144Hz.

Ottimo monitor WQHD, con pannello curvo e features da gaming ad un prezzo in linea con la concorrenza!

 

Asus MG279Q • FreeSync, IPS, 144 Hz

migliori monitor pc Asus MG279QPassiamo adesso ad un monitor da gaming con pannello IPS, quindi più costoso del precedente ma con una resa dei colori sicuramente più interessante.

Il refresh rate è comunque di 144Hz, ottimo quindi per i videogiocatori. Sale leggermente il tempo di risposta che giustamente non può essere paragonabile a quello di un pannello TN.

Il monitor da gaming con FreeSync è ottimo per giocare qualunque tipo di contenuti.

La risoluzione WQHD garantisce un numero di pixels decisamente più elevato rispetto ad un classico FullHD.

Ricordati di abbinare questo monitor ad una scheda video piuttosto potente per poterlo sfruttare a pieno!

Il pannello ASUS è  regolabile in altezza e permette di gestire le impostazioni dello schermo con i tasti nascosti nel retro.

Comprare un monitor da gaming Asus significa avvalersi di tutti i surrogati come il Flicker Free, l’ultra low blue light e le tecnologie GamePlus e Game visual!

La luminosità è di 350 cd/m2. Ottimo monitor per pc versatile e di qualità.

Pensato per il gioco ma se la cava alla grande anche per le applicazioni grafiche grazie al suo pannello IPS.

 

Acer Predator XB271HU • G-Sync, 144 Hz

migliori monitor da gaming per pc Acer Predator XB271HA

Dedichiamoci adesso al lato Nvidia con un modello di monitor da gaming prodotto da Acer: stiamo parlando del Predator!

Questo articolo a differenza del precedente della medesima azienda possiede una risoluzione nativa WQHD  (2560 x 1440 p) che fa notevolmente impennare il prezzo del prodotto.

L’XB271HU è un monitor da gaming con un refresh rate da 144 Hz e G-Sync Nvidia.

Questo modello è dotato di un pannello TN che offre tempi di risposta ristrettissimi.

Il predator possiede anche gli speaker integrati e una luminosità di 350 cd/m2.

Questa è invece la versione con pannello IPS: più costosa, con una resa dei colori e dei contenuti multimediali migliore, con degli angoli di visione più vantaggiosi ma con tempi di risposta un pelo più alti (4 ms).

 

LG 27UD58-B • Freesync, 4K

miglior monitor pc LG 27UD58-BIl penultimo monitor da gaming per questa sezione è un pannello IPS prodotto da LG con risoluzione nativa di 3840 x 2160 pixels ( noto usualmente come 4K).

Questo prodotto è ottimo sia per la visione di multimediali, che per la creazione di contenuti e per il gioco.

Il fantastico pannello 4K IPS offre un’ampia gamma di colori e tanto spazio di lavoro per un content creator.

Trattandosi di un monitor con FreeSync esso è attualmente anche utilizzatissimo per videogiocare nonostante non abbia i tempi di risposta di un pannello TN (che a nostro parere poco contano al di fuori del gioco a livelli competitivi).

Ottimo monitor general purpose 4K! Si consigli di affiancarlo ad una buona scheda video AMD!

 

Acer Predator XB271HK • G-sync, 4K

migliori monitor pc gaming - Acer Predator XB271HKStai cercando un monitor da gaming con risoluzione 4K ed un supporto al G-Sync?

L’Acer ha prodotto qualcosa che fa al caso tuo: l’XB271HK!

L’articolo con risoluzione nativa 3840 x 2160 pixels è dotato di un ottimo pannello IPS con 4 ms di tempo di risposta.

L’elevata risoluzione e il pannello IPS permettono di utilizzarlo senza problemi per la creazione di elementi grafici. L’Acer è quindi pensato anche per i disegnatori e grafici professionisti.

Il supporto al G-Sync consente di spingere al massimo i giochi fino a 60 Hertz di refresh rate senza tearing e stuttering.

Ottimo monitor completamente regolabile e modulabile nelle tre direzioni: altezza, inclinazione e rotazione.

Il miglior monitor da gaming 4K con G-Sync.

 

Quale monitor scegliere in concreto: conclusioni

Come più volte detto nel corso della presente guida, la scelta del monitor è da rapportarsi a budget ed esigenze.

Se hai deciso di assemblare un pc da ufficio, potrai optare per un monitor economico. Se vuoi un pc da gaming potente oppure vedere film in altissima qualità, il discorso cambia e non potrai scegliere uno schermo scadente.

Ti consiglio di tenere un certo equilibrio e decidere a monte quanto spendere per assemblare il pc, seguendo i nostri consigli:

Migliori monitor pc • Consigli, offerte e prezzi • Guida Novembre 2018 ultima modifica: 2018-11-19T22:30:39+00:00 da Luca Storia

4 Responses

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *