Come pulire il pc e le sue componenti da polvere e sporco • Guida

COME-PULIRE-IL-PC

Quando parliamo della pulizia di un computer ci vengono in mente solo virus e spyware, ma dalla nostra parte dello schermo esistono cose che allo stesso modo possono influire sulle prestazioni del nostro computer.

Infatti polveri, briciole e grassi sono minacce serie per la sopravvivenza del nostro pc in quanto potrebbero provocare dal malfunzionamento della tastiera a un surriscaldamento delle ventole, e senza sapere come ci ritroveremmo un computer rumoroso, incandescente e che potrebbe guastarsi da un momento all’altro.

Fondamentale è, pertanto, pulire il pc al meglio e, in questa guida, vi spiegheremo come.

 

Come pulire il pc: la nostra guida

Non temete: ripulire il nostro PC non è difficile né occorre un gran dispendio di tempo. In questa guida cercheremo di spiegare come pulirlo al meglio e in tutta sicurezza, quindi scollegate il vostro computer dalle prese di corrente, spegnetelo e staccate tutti i dispositivi USB, dopodiché andremo a vedere nel dettaglio come pulire i vari componenti.

Salvaguardata così la sicurezza del pc, possiamo iniziare a pulire il computer componente dopo componente seguendo le istruzioni di seguito.

 

Pulire lo schermo del pc

Lo schermo è spesso pieno di impronte date dall’apertura e dalla chiusura del nostro portatile o dall’uso del touch nei modelli più recenti. Pulirlo è estremamente semplice. Armiamoci di uno spray specifico per gli schermi LCD e di un panno in microfibra.

I prodotti sono oramai facilmente reperibili in negozi di elettronica come in quelli di articoli per la casa e ovviamente sono disponibili online.

Siccome il panno in microfibra presente nel kit tende ad impregnarsi di liquido ed a lavorare meno bene nel tempo, consigliamo l’acquisto di ulteriori panni per tutelare sempre al meglio il vostro display.

Come agiamo adesso? Semplicissimo! Spruzziamo il prodotto prima sul panno e poi delicatamente rimuoviamo polvere, impronte e quant’altro dal nostro schermo e il gioco è fatto.

Cerchiamo di non usare panni di carta poiché rischieremmo di graffiare il nostro monitor e cerchiamo di non spruzzare lo spray direttamente sullo schermo onde evitare che del liquido possa insinuarsi tra il fondo del monitor e la cornice.

 

Come pulire la tastiera del pc

Anche la tastiera richiede un attenta pulizia perché, diciamocelo, chi di noi mentre guardava una serie TV o semplicemente perdeva tempo non ha mangiato qualcosa avanti al suo computer?

Ovviamente, per quanto poi possiamo cercare di spazzare via le briciole, alcune si saranno di certo insinuate tra i nostri tasti, andando così, dopo molti panini e pacchi di patatine, a non far funzionare più bene la nostra tastiera.

Come già detto per il monitor, anche per la tastiera non sono richieste certo doti di alta ingegneria, ma solo un po di pazienza. Reperiamo un pennellino e passiamolo tra le fessure della nostra tastiera; dopodiché, con una bomboletta ad aria compressa, tiriamo fuori ancora qualche residuo incastrato tra i tasti e infine diamo una pulita finale con un panno in microfibra bagnato con alcool. Questa operazione è bene farla in media una volta a settimana, mentre ogni 3-4 mesi non guasterebbe operare un po’ più a fondo.

Personalmente vi consiglio uno di questi due prodotti: un pulitore elettrico che emette un getto d’aria potente ed inesauribile (soluzione consigliata se lo si vuole usare diverse volte) oppure una bomboletta spray più economica (ma limitata a pochi utilizzi).

Per una pulizia approfondita rimuoviamo, dopo aver fatto una foto alla tastiera, tutti i tasti con un attrezzo sottile, facendo leva su un lato e lasciandoli in ammollo in acqua. Per pulire invece quel che resta della vostra tastiera potete usare un aspirapolvere che abbia anche un pezzo per agire in piccoli spazi, oppure il nostro migliore amico per la pulizia dei computer: il panno in microfibra con alcool.

Prima di rimontare la tastiera fate attenzione che ogni pezzo sia ben asciutto onde evitare di danneggiare il computer.

 

Come pulire le ventole del pc

Siamo arrivati alla parte più importante e ostica della nostra pulizia: l’interno del nostro computer. In particolare questa parte della pulizia serve a liberare le nostre ventole, che sentite urlare di dolore, da polvere e lanugine.

Voltiamo il nostro portatile, rimuoviamo la batteria e seguendo le istruzioni riportate sul libretto del nostro computer o quelle cercate online inserendo il modello del pc, svitiamo le viti che vanno a sigillare il corpo principale.

Per la pulizia di questa parte ci affideremo alla nostra bomboletta ad aria compressa, a delle pinzette e a dei bastoncini cotonati.

Con la bomboletta emettiamo getti d’aria non troppo prolungati da una certa distanza per eliminare la polvere in eccesso dalle varie parti interne del computer, con le pinzette rimuoviamo, se presenti, batuffoli di lanugine e infine con i bastoncini cotonati andiamo a pulire le eliche delle ventole.

Tutte queste operazioni vanno effettuate con estrema attenzione e stando più alla larga possibile da cavi e circuiti che sono estremamente delicati.

Finita questa parte della pulizia, non ci resta che pulire le parti che abbiamo smontato in precedenza con il solito panno in microfibra e, dopo averle asciugate bene, rimontarle. Questa operazione è consigliabile farla ogni 5-6 mesi proprio perché la polvere e la sporcizia accumulata nelle ventole le porta a lavorare male e, nel tempo, surriscaldare le componenti hardware.

Seguendo questa guida miriamo a rendere il più longevi possibili i nostri computer, che ormai fanno parte della nostra vita e che non sono minacciati solo da virus digitali ma anche da minacce esterne.

Come pulire il pc e le sue componenti da polvere e sporco • Guida ultima modifica: 2018-07-11T11:08:25+00:00 da Giovan Giuseppe Ferrandino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *