Guide informaticheWindows

Come Formattare Chiavetta USB su Windows • Guida

Come formattare chiavetta usb su Windows

Le chiavette USB, o in generale qualunque drive USB, possono rivelarsi particolarmente utili per portarsi in giro importanti file come documenti, oppure per custodire ricordi come video o immagini.

Capita a volte però che questi dispositivi di archiviazione non funzionino come dovrebbero, perchè il file system non viene riconosciuto dal sistema operativo, perchè alcuni file non vengono riconosciuti, o più semplicemente, perchè il dispositivo presenta importanti rallentamenti.

A meno che il dispositivo non sia danneggiato a livello hardware, a volte può essere sufficiente formattare la chiavetta USB per risolvere ogni problema.

In informatica, con il termine “formattazione“, s’intende preparare, predisporre un drive per archiviare dati di qualsiasi tipo, un pò come se si stesse preparando un magazzino con i vari scaffali dove poggiare vari oggetti.

È bene precisare che il quest’operazione comporta la cancellazione di tutti i dati presenti nella chiavetta. Qualora avessi file importanti da conservare, ti consiglio vivamente di eseguire un backup dei dati.

Questo procedimento è valido per le chiavette USB, ma in generale, è applicabile a qualunque dispositivo di archiviazione dati.

Come Formattare Chiavetta USB con Windows

Veniamo ora alla parte più succosa di questa guida, ovvero come formattare una chiavetta USB in ambiente Windows.

Il procedimento è praticamente lo stesso per tutte le versioni recenti di Windows, dunque, non dovresti avere difficoltà a prescindere dalla versione di Windows che stai utilizzando.

Esistono diversi metodi per formattare una chiavetta USB con il sistema operativo di Microsoft. Vediamo di seguito quali sono.

Per prima cosa però, collega la tua pennetta USB al computer, e attendi che questa venga rilevata.

Metodo 1: Esplora Risorse

Come formattare chiavetta usb su Windows

Il primo metodo per formattare efficacemente una penna USB, è tramite “Esplora Risorse“. Clicca su “Questo PC“, accessibile dall’icona sul desktop (se presente), o tramite “Esplora File“.

Nella sezione “Dispositivi e unità” individua l’unità USB connessa da formattare. Seleziona il drive USB con il tasto destro e, dal menu che si aprirà, clicca su “Formatta“.

Dalla finestra che si aprirà, scegli tra i file system disponibili, mentre nella sezione “Dimensioni unità di allocazione”, puoi lasciare l’opzione predefenita dal dispositivo.

Adesso, nella sezione “Etichetta di volume“, specifica un nome da assegnare all’unità e, a questo punto, sei pronto per formattare la tua chiavetta USB. Non ti resta che cliccare su “Avvia“, e confermare l’operazione.

Di default, Windows esegue una formattazione veloce dell’unità, cancellando solo l’indice dei file e delle cartelle, senza eliminare fisicamente i file. Per questo motivo quest’operazione non dura molto. Se invece vuoi rendere irrecuperabile ogni file nella chiavetta USB, ti conviene eseguire una formattazione completa.

Per fare ciò, in fase di formattazione, ti basterà togliere la spunta “Formattazione veloce“. Tieni presente che l’operazione sarà più o meno lunga a seconda della capienza dell’unità, e dei file presenti.

Metodo 2: Prompt dei comandi

Se Windows non è in grado di formattare la tua chiavetta USB tramite l’esplora risorse, puoi provare a ripetere l’operazione con uno strumento integrato nel sistema operativo, ma più potente. Sto parlando di Diskpart.

Per fare ciò, apri il “Prompt dei comandi“. Se esegui Windows 11 invece, apri “Windows Terminal“. Puoi trovare entrambe le applicazioni cercando nel menu Start, o facendo tasto destro su di esso. Successivamente, digita “diskpart” e premi Invio, consentendo ad eseguire l’applicazione come amministratore. A questo, segui i seguenti passaggi:

  • Digita “list disk” per visualizzare tutti i dischi connessi al PC e premi Invio
  • Nella lista di dischi che apparirà, individua il numero corrispondente al tuo disco, e digita “select disk x“, dove x è il numero del tuo disco
  • Digita “clean” per eseguire la pulizia del disco selezionato
  • Digita “create partition primary” per inizializzare il disco
  • Digita “format fs=filesystem quick“, sostituisci “filesystem” con il FS più adatto a te (NTFS, FAT32, ExFAT ecc.), e premi Invio
  • Digita “assign” per assegnare una letterà di unità al dispositivo appena formattato.
Diskpart - Formattare chiavetta USB su Windows

Completata la procedura, puoi chiudere l’applicazione digitando “exit“, e chiudendo il prompt dei comandi, e la tua unità USB sarà formattata correttamente.

Come Formattare Chiavetta USB • Quale File System scegliere?

Se stai preparando la tua chiavetta USB per un determinato dispositivo, dovresti conoscere quale file system sia il più adatto, non solo affinchè la chiavetta USB funzioni, ma anche per ottenere prestazioni e risultati migliori.

Il file system permette di gestire i dati da archiviare nel dispositivo. Puoi pensare a questo meccanismo come una tabella all’entrata in un grande magazzino dove puoi conoscere il nome dell’oggetto che si sta cercando e il suo indirizzo, ovvero, in quale settore del disco è localizzato.

Esistono diversi tipi di file system, che permettono di gestire i dati in un modo l’uno diverso dall’altro.

  • NTFS: è il file system sviluppato e utilizzato da Microsoft per il suo sistema operativo Windows, a partire da XP. Supporta partizioni fino 16 TB, e permette la scrittura di file superiori di 4 GB. Il nome di un file può essere lungo fino a 255 caratteri. Tra le caratteristiche più importanti, permette di comprimere file e risparmiare spazio su disco, garantendo una migliore gestione dello spazio e meno frammentazione
  • FAT/FAT32: è il file system più diffuso e compatibile con praticamente tutti i dispositivi e sistemi operativi. È anche il più datato, tant’è che non è possibile poter scrivere file superiori a 4 GB. Di contro permette di utilizzare più velocemente la memoria del dispositivo, effettuando meno operazioni di scrittura
  • EXFAT: è la diretta evoluzione del FAT32, e va a risolvere le diverse criticità del suo predecessore, mantenendo un’estesa compatibilità con vari dispositivi e sistemi operativi
  • EXT3/4: si tratta del file system utilizzato dai sistemi operativi basati su Linux. La sua ultima versione supporta file di dimensioni fino a 16 TB, e partizioni fino a 1 EB (exabyte)
  • HFS/APFS: questo file system è utilizzato da Apple per il suo sistema operativo MacOS. APFS è la sua ultima versione, introdotta nel 2017 e, tra le novità di rilievo, permette di sfruttare più efficacemente gli SSD.

Formattare Chiavetta USB su Windows • Conclusioni

Adesso che sai come formattare una chiavetta USB su Windows, non avrai alcuna difficoltà a preparare al meglio la tua pennetta per custodire i tuoi file. Se necessario, puoi anche dare un’occhiata alla guida su come formattare una chiavetta USB su MacOS.

Se hai ancora difficoltà, il team di MiglioriPC.it è sempre pronto a rispondere ogni tua domanda.

Marco Barbera

Siciliano dalla nascita e con una passione viscerale per il mondo della tecnologia e tutto ciò che ruota ad esso. Nel tempo libero mi dedico a imparare nuovi concetti dell'informatica e alla lettura di novità del settore, oppure a portare a termine capolavori videoludici.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button